Castel San Giovanni, l’Inps riaprirà da settembre. “Ma locali inadeguati”

06 Agosto 2021

Il punto Inps di Castel San Giovanni riprenderà a ricevere il pubblico. Da settembre si potrà di nuovo accedere ai locali di via Emilia Pavese, chiusi da inizio pandemia (si può comunicare solo telefonicamente). Lo annuncia il direttore provinciale dell’Istituto nazionale di previdenza sociale, Franco Artese, nella lettera di risposta al sindaco Lucia Fontana. Quest’ultima, su sollecitazione dei sindacati dei pensionati, aveva infatti chiesto la riapertura al pubblico dello sportello a cui fanno riferimento tanti cittadini.

“Da settembre – scrive Artese – in ambito regionale è già programmata, per agenzie territoriali e punti Inps, la graduale ripresa dei servizio in modalità conformi a quelle in uso presso le sedi provinciali”. Dalla direzione provinciale si segnala però l’inadeguatezza dei locali del punto Inps. “Si consideri – scrive Artese – che nel punto Inps di Castel San Giovanni gli angusti spazi a disposizione e il numero assai ridotto di colleghi presenti renderebbero impraticabile la resa dei servizio informazioni in condizioni minime di sicurezza”. Per questo dalla direzione provinciale arriva un sollecito all’amministrazione per la “messa a disposizione di locali comunali adeguati in cui ospitare il punto Inps”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà