Inchiesta Pubblica assistenza Sant’Agata di Rivergaro, spunta una accusa di stalking

17 Ottobre 2021

Spunta un’accusa di stalking nell’inchiesta sulla pubblica assistenza Sant’Agata di Rivergaro e sui 100mila euro che sarebbero stati sottratti dalle casse dell’associazione dalla presidente Katia Sartori, finita agli arresti domiciliari. A essere indagato per atti persecutori è il dipendente della pubblica, mentre la vittima sarebbe un volontario che si sarebbe opposto alla linea dettata dalla presidente e dal suo vice. Una contestazione che apre uno spaccato sul clima avvelenato che sembra si fosse creato all’interno della sede di via Roma. Secondo quanto trapela sull’indagine della Guardia di finanza di Piacenza, pare che il dipendente indagato fosse molto vicino ai vertici della Sant’Agata e avrebbe messo in atto dei comportamenti persecutori nei confronti di una persona che non accettava la linea dettata dalla presidenza.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà