Terza dose al 47,8% dei piacentini. “Vaccino a tutti entro la metà di febbraio”

11 Gennaio 2022

“Entro la metà di febbraio, l’Ausl di Piacenza vaccinerà tutte le persone disponibili”. E’ la previsione del direttore generale Luca Baldino, che fa il punto sull’andamento della campagna anti-Covid: ad oggi le terze dosi sono state erogate o sono prenotate per il 47,8 per cento della popolazione locale sopra i 12 anni d’età. “In generale – continua – si procede con circa 2.500 iniezioni al giorno. Dopo l’obbligo vaccinale per gli over 50 introdotto dal governo Draghi, c’è un aumento di richieste per le prime dosi”.

Sono 13mila i residenti nel nostro territorio over 50 che non hanno ancora ricevuto la prima dose anti-Covid, e 30mila quelli che non hanno fatto né prenotato il “booster”.

Da martedì 18 gennaio, l’Ausl riattiverà il polo vaccinale a Piacenza Expo, in aggiunta dunque ai centri di viale Malta, Castel San Giovanni, Fiorenzuola, Bettola e Bobbio. “Il servizio nell’ente fiera – puntualizza Baldino – potrà effettuare un migliaio di somministrazioni al giorno”.

TERZA DOSE – Dal 10 gennaio è partita la somministrazione della terza dose anti-Covid a partire dai 12 anni d’età, avendo completato il ciclo vaccinale primario da almeno quattro mesi. “La prenotazione – ricorda l’Ausl – va effettuata in prossimità della scadenza dei quattro mesi dall’ultima somministrazione e non prima. Le agende vengono continuamente aggiornate e predisposte in base al numero di utenti candidabili alla terza dose nel periodo”.

FASCIA 5-11 ANNI – Per la fascia 5-11 anni, l’Ausl ha programmato le seguenti sedute vaccinali con medici pediatri: a Piacenza il 12-18-19-25-27 gennaio, a Fiorenzuola il 14-16-21-23-28-30 gennaio e a Castel San Giovanni il 13-15-20-22-29 gennaio. Le informazioni a riguardo sono aggiornate sul sito www.covidpiacenza.it.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà