“Stalking nei confronti di una tredicenne”: rito abbreviato per un sessantenne

02 Febbraio 2022

Rito abbreviato per piacentino accusato di stalking nei confronti di una bambina tredicenne.
Protagonista dell’episodio, avvenuto qualche anno fa nella zona dei comuni rivieraschi, un sessantenne piacentino che si è dichiarato innocente su tutta la linea.
Non era dello stesso parere la madre della bambina che avendo vigilato su quella che lei riteneva un’amicizia (quella di sua figlia con l’adulto) anomala, alla fine si è rivolta alla magistratura.
Nel corso dell’udienza il giudice Gianandrea Bussi ha accolto l’istanza dell’avvocato difensore Gianmarco Lupi per il rito abbreviato (l’imputato potrà così beneficiare di uno sconto di un terzo di pena qualora sarà ritenuto colpevole) e rinviato il processo alla prossima estate.
Ad incriminare di stalking l’uomo vi sarebbero alcuni episodi che per la difesa sono da ritenersi assai dubbi: un folto numero di messaggi, un giro in sella ad un cavallo, una foto in cui la ragazzina è a gambe nude con indosso gli slip.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà