Arte in quota: alle pareti del rifugio “Lago Nero” le opere di Daniela Razzetti

22 Luglio 2021

Ristoratrice e pittrice: Daniela Razzetti, piacentina classe 1976, vive la sua vita tra l’Alta Val Nure e la città di Piacenza. A Selva di Ferriere infatti, per sei mesi all’anno gestisce insieme al socio Carlo Dioli il rifugio “Lago Nero” e a Piacenza si dedica alla sua passione, la pittura, un amore sbocciato di recente, nel 2019. “Folgorata” dopo la mostra di Street Art a Piacenza nel dicembre 2018, la pittura è diventato tutto ciò che riempie le sue giornate. Le sue opere, già esposte alla Galleria Rosso Tiziano di Piacenza, e a Cortemaggiore, ora “tappezzano” le pareti delle sale del rifugio “Lago Nero”, dove gli escursionisti possono ammirarli liberamente, dice Daniela, senza obblighi, come l’arte è, libera. Autodidatta, da gennaio 2019 non ha mai smesso di realizzare opere, quadri, soprattutto volti femminili o astratti, in acrilico, in acquerello, sperimentando i materiali, imprimendo sempre quel tocco che la caratterizza, l’energia. “Non dipingo su commissione – dice – dipingo per me stessa, perché la pittura ha una valenza quasi terapeutica, perché posso esprimermi in libertà come valore assoluto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà