Piacenza domani nel silenzio di Lecco. Viali:”Di Leo? Non è stata una mia scelta”

14 Settembre 2013

20130914-131921.jpg

C’è più di un ballottaggio che tormenta la vigilia di Viali a poche ore dal big match con il Lecco. Si tratta ormai dei consueti dubbi di formazione con i quali sembra ormai rassegnato a convivere il tecnico lombardo: il dream team biancorosso offre infinite possibilità di scelta. Guai, se così vogliamo chiamarli, che non sembrano preoccupare troppo l’ex capitano della Viola.
“Sarà così fino al termine del campionato – ha detto Viali questa mattina nel corso della consueta conferenza stampa che precede la gara -: domattina deciderò. Molte cose cambieranno sulla base del classe 94 che deciderò di spedire in campo”.
Si è parlato dell’addio di Di Leo: “Non è stata una mia scelta: il ragazzo si è allenato in maniera esemplare. Qui la concorrenza era notevole e lui preferiva giocare con maggiore regolarità. Una situazione che non possiamo garantire al Piacenza”.
Pressoché certo l’impiego di De Vecchis in attacco con Marrazzo e Volpe in appoggio, il vero rompicapo è rappresentato dal centrocampo. Claudio Pani però, salvo sorprese dell’ultim’ora, pare nuovamente indirizzato ad una domenica di relax in panchina.
Si giocherà come noto a porte chiuse causa squalifica del Rigamonti Ceppi contro un Lecco assai desideroso di dare una svolta al suo campionato partito con il freno a mano tirato. Un punto in due gare per una squadra lariana della quale Viali parla come di “una realtà che inevitabilmente lotterà fino al termine del torneo per il salto di categoria”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà