Piacenza

Calciomercato: il Pro pensa al restyling. Sall per la difesa, idea Martina Rini

18 dicembre 2014

20141218-172351.jpg

Tempo di caccia all’affare e in casa Pro Piacenza, mister Franzini controlla ormai quotidianamente sotto all’albero rossonero, sperando in qualche prezioso regalino da parte della dirigenza. Nel mondo dei professionisti è ancora tempo di attesa: soltanto dal 5 gennaio, e fino a lunedì 2 febbraio, sarà possibile dare il via ufficiale alle operazioni. Le trattative sono però partite da tempo e per i piacentini si fanno già i primi nomi. Un uomo per reparto lo sforzo che rappresenterebbe il minimo sindacale per poter pensare ad un restyling degno di tal nome. Per l’attacco si è parlato diAndrea Razzitti: 28 gol in due stagioni con l’Aurora Seriate, serie D, Razzitti è ora in forza al Brescia, in serie B, dove sino ad ora ha collezionato quattro presenze. Operazione decisamente complicata da portate a termine. Milita in un’altra formazione della cadetteria, ma non ha trovato sino ad ora spazio, Dembel Sall, senegalese del Bari classe 94, cresciuto nel Parma: é lui l’uomo individuato dal ds Francani per rimpolpare il reparto arretrato e consentire così a Silva di tornare ad esprimersi sulla amata linea mediana. E proprio per il centrocampo, una volta trovata una sistemazione per Aliboni, si punterà a chiudere alcune delle trattative già avviate. È spuntata l’idea legata a Marco Martina Rini, prodotto del vivaio del Brescia, ora in forza alla Cremonese ma reduce da un infortunio piuttosto grave.

Scendendo in serie D invece, il Piacenza si è rifatto il trucco in maniera consistente. Quattro big in uscita, altrettanti in entrata. Gli addii più che discussi di Mei, Marrazzo, Redaelli e Zanardo, sono stati controbilanciati dagli arrivi di Di Maio da Seregno e Bertazzoli dall’Aurora Seriate: entrambi hanno lasciato intravedere già ottime cose. Si è scelto di scommettere anche su Tiboni per il reparto d’attacco, mentre l’ultimo tassello è rappresentato da Andrea Montanari da Foligno, l’uomo chiamato a spalleggiare Mauri nel reparto nevralgico. La vetta è lontana, ma evidentemente in casa Piace non si vuole lasciare nulla di intentato. Tutto tace in casa Fiorenzuola: l’impressione è che la società valdardese sia in attesa di poter inserire in rosa almeno un elemento che possa infoltire la batteria di baby a disposizione di Mantelli. Anche in questo caso si guarda con attenzione al Parma.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE