Comitato nuovo ospedale

Piacenza, pericolo Moscardelli per i biancorossi. Brusca frenata per Nadarevic

12 novembre 2016

IMG_6318

Dopo aver inferto la spallata decisa al Como, il Piacenza si ritrova domani, domenica 13 novembre, ad affrontare la sfida alla rivale che la affianca in graduatoria. Ad Arezzo, questa vola in palio c’è un terzo posto solitario da brividi per i biancorossi, partiti indossando i panni dell’umiltà più spinta, ma che ora sembrano stare stretti ad una compagine divenuta, a tutti gli effetti, la sorpresa del girone A. L’esaltante successo di lunedì scorso sui lariani ha ovviamente riportato alle stelle l’entusiasmo nell’ambiente che sogna i traguardi più ambiziosi.

Piacenza a ranghi completi, compreso il rientrante Cesana, eccezion fatta per Jacopo Silva che sconterà l’ultimo turno di squalifica. Al suo posto, Matteo Abbate sarà chiamato, con Antonio Pergreffi a tenere a bada le stelle toscane dell’attacco. Da Arcidiacono, passando per il talentuoso Horacio Erpen, arrivando alla punta di diamante, il grande ex Davide Moscardelli.

Da segnalare infine, come la trattativa per l’arrivo di Enis Nadarevic al Piace abbia subito una brusca frenata: “Non mi ero illuso, perchè sono bene che fino a quando non c’è la firma non si può pensare di aver chiuso l’operazione – ha detto mister Franzini ieri e che ha aggiunto -; siamo a posto così, non abbiamo particolari necessità di inserire nuovi giocatori e, onestamente, non saprei nemmeno io dove modificare una squadra che sta andando ben oltre le aspettative”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE