Metamorfosi Pro: vince e dà spettacolo. Olbia affossato da Barba e Musetti. FOTO

29 Gennaio 2017

IMG_6855.JPG

È un Pro Piacenza trasformato, a tratti pure spettacolare e che soprattutto miete punti in serie. Con l’Olbia al Garilli, il 2-0 firmato Barba-Musetti, proietta i rossoneri in zona-tranquillità di graduatoria. Tre punti meritati, perchè dopo un avvio che vede i sardi far valere un discreto predominio territoriale, la squadra di Pea passa: Ricci in uscita si scontra con un compagno, palla vagante e Barba irrompe con un tuffo di testa che vale l’1-0. Di qui in avanti, la squadra di Pea controlla, mette in mostra un calcio piacevole e costruisce palle gol in serie al cospetto di un’Olbia comunque propositiva e che ha in Cossu leader assoluto. Bisogna attendere il 33′ per assistere al raddoppio: la fuga di Pesenti e poi l’assist per Musetti che piazza, con il mancino, il pallone del 2-0. La festa si completa poco dopo con l’ingresso di Nicola Pozzi, all’esordio assoluto. Sette punti in tre gare il bilancio 2017 del Pro che domenica prossima sarà di scena ancora al Garilli con il Renate.

PRO PIACENZA-OLBIA 2-0
MARCATORI
Barba (P) al 35′ p.t., Musetti al 33′ s.t.
PRO PIACENZA (4-4-2) Fumagalli; Calandra, Belotti, Bini, Bianco; Bazzoffia (dal 44′ s.t. Girasole), Aspas, Pugliese, Barba; Musetti (dal 35′ s.t. Rossini), Pesenti (dal 35′ s.t. Pozzi). A disposizione: Bertozzi, Cardin, Sall, Sane, Gomis, Martinez, Cassani. All. Pea
OLBIA (4-3-1-2) Ricci; Pinna, Pisano (dal 1′ s.t. Quaranta), Dametto, Cotali; Muroni, Geroni (dal 31′ s.t. Capello) Tetteh; Cossu; Kouko, Ragatzu (dal 23′ s.t. Ogunseye). A disposizione: Deiana, Van der Want, Miceli, Murgia, Senesi, Feola, Benedicic. All. Mignani
Arbitro: De Remigis di Torino
Note: ammoniti Geroni, Cotali, Musetti, Tetteh, Pinna, Kouko, Pugliese; angoli 6-5.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà