Affitto del Garilli

Il Pro al Comune: “Soluzione entro lunedì o adiremo le vie legali”

19 agosto 2017

Piacenza e Pro non hanno ancora trovato l’accordo per l’affitto da parte dei rossoneri dello stadio Garilli per la disputa delle gare interne del campionato di Serie C di calcio.
Ma il tempo stringe (la prima gara sarà Pro Piacenza-Giana il 27 agosto) e la tensione tra le due società cittadine è ormai altissima.
Il Pro nei giorni scorsi ha inviato una lettera in cui intima al Comune, in qualità di proprietario del Garilli, di intervenire per dirimere la questione “entro cinque giorni”, cioè entro lunedì, non escludendo la possibilità di rivolgersi alla giustizia ordinaria sia contro il Comune, sia contro il Piacenza Calcio: “Intravediamo profili di responsabilità di entrambi i soggetti”, afferma l’avvocato Cesare Di Cintio.

Il nodo resta il prezzo (7mila euro più iva a partita) che il Piacenza chiede, in qualità di concessionario dell’impianto, per il quale si è aggiudicato il bando comunale nella primavera scorsa: “Non è una cifra campata per aria – ribadisce il presidente onorario biancorosso Stefano Gatti – ma il frutto di un’attenta analisi dei costi che dobbiamo sostenere affittando a terzi, non possiamo rimetterci”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE