Serie C

Piace pronto per l’Arzachena, Franzini: “Mi aspetto ulteriore crescita”

23 settembre 2017

Quella che sta per arrivare sembra una sfida disegnata su misura per un’ipotetica risalita in graduatoria del Piacenza Calcio, che sul prato del Garilli scenderà in campo alle 16.30 di domani, domenica 24 settembre, per un match del tutto inedito, dato che i sardi dell’Arzachena hanno centrato la scorsa stagione l’approdo tra i professionisti per la prima volta nella loro storia.

Non sarà ad ogni modo una passeggiata per la banda Franzini, chiamata contro la compagine della Costa Smeralda (formazione che ha cambiato pochissimo in estate e che si affida ad un calcio essenziale e concreto) a sfatare il tabù che la vuole in difficoltà in questo avvio contro le neopromosse, dimostrando che le sconfitte contro Monza e Cuneo sono servite da lezione. “Domani troveremo sicuramente delle difficoltà – ha esordito questa mattina in conferenza stampa mister Arnaldo Franzini – le neopromosse tendono sempre a partire a mille per incamerare punti e anche dall’Arzachena mi aspetto questo genere di tattica. Stiamo parlando di un gruppo che gioca insieme da anni, a memoria, capace di calarsi benissimo nella realtà della Serie C: una squadra che sa come si gioca a calcio”.

La partita contro i sardi è anche un’occasione per non cedere terreno nei confronti del gruppetto di testa condotto da Livorno e Siena: “Il gruppetto di testa non lo guardiamo – ha proseguito il tecnico di Vernasca – domani è più che altro un’opportunità per cercare di fare punti e distanziare qualche squadra che sta dietro: dobbiamo ragionare così, anche perché questo errore è già stato commesso all’inizio. Dalla mia squadra mi aspetto miglioramenti continui, nelle ultime partite siamo cresciuti soprattutto nella fase di non possesso, dove siamo sembrati sicuramente più solidi, anche al cospetto di un attacco attrezzato come quello dell’Arezzo. Questa era la cosa che più di altre dovevamo sistemare, ora mi aspetto miglioramenti sul piano del gioco“. Un aspetto senz’altro incoraggiante è quello che vede il reparto offensivo finalmente più nel vivo dell’azione. Romero si è infatti sbloccato contro l’Arezzo, non rimane che attendere il primo gol di Zecca: “Giacomo si sta allenando con grande intensità – ha concluso Franzini – non dimentichiamoci che ha solo 20 anni e che è alla sua prima esperienza tra i professionisti dopo tanto settore giovanile ad alti livelli. Si è integrato molto bene e ha già dimostrato nelle prime uscite di potersi rendere molto pericoloso: credo sia solo questione di tempo, il suo primo gol arriverà presto”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE