Giana-Piacenza 4-3

Pazzo Piace, ma Bruno castiga i biancorossi. Espulsi Bini e Pergreffi

8 novembre 2017


Gara d’altri tempi allo stadio di Gorgonzola dove la Giana Erminio piega il Piacenza per 4-3 al termine di un’altalena incredibile di emozioni. Biancorossi in vantaggio per due volte con Pergreffi e Segre, ma sempre raggiunti da Chiarello e Bruno su calcio di rigore provato da Bini, espulso nella circostanza; è il 24′ e il Piace in dieci uomini subisce in chiusura di frazione il gol del vantaggio lombardo ancora a firma di Chiarello dalla distanza.

È però un Piacenza combattivo e che non ci sta a soccombere; Fumagalli è ancora protagonista, ma a metà secondo tempo Masciangelo conquista un calcio di rigore che Pederzoli, da poco entrato in campo, trasforma per il nuovo pareggio. Proprio all’89’, la beffa: un rinvio errato di Fumagalli innesca Okyere che serve Bruno il cui diagonale risulta letale. Nel burrascoso finale, espulso anche Pergreffi.

Sconfitta che fa male e domenica prossima, nel match interno con la Carrarese, mancheranno due pedine importantissime per la retroguardia, oltre a Romero che sconterà il secondo turno di squalifica.

GIANA ERMINIO-PIACENZA 4-3
MARCATORI Pergreffi al 2′ p.t., Chiarello al 7′ p.t., Segre al 24′ p.t., Bruno (rig.) al 24′ p.t.; Chiarello al 3′ s.t., Pederzoli (rig.) al 25′ s.t., Bruno al 44′ s.t.
GIANA ERMINIO (4-4-2) Taliento; Perico, Bonalumi, Montesano, Foglio; Chiarello, Degeri, Marotta, Pinto; Perna, Bruno. (Asnaghi, Concina, Sala, Seck, Rocchi, Sosio, Iovine, Greselin, Capano, Okyere,  Caldirola,  Bardelloni). Albé
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Mora, Bini, Pergreffi, Masciangelo; Segre, Della Latta, Morosini; Nobile, Zecca, Scaccabarozzi. (Lanzano, Silva, Pederzoli, Ferri, Corazza, Bini, Carollo, Masullo, Bertoncini, Sarzi, Castellana). All. Franzini
ARBITRO De Santis di Lecce

 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE