Il Piace ribalta la Giana con un secondo tempo da manuale. Ora il Monza

11 Maggio 2018

20180511-213806.jpg

Il Piacenza spazza via la Giana Erminio con un 4-2 in rimonta che vale il passaggio al secondo turno play off: le reti di Taguourdeau, la doppietta di Romero e il sigillo di Pesenti rendono nullo il graffio iniziale di Marotta e così, alle 19.00 di martedì prossimo, saranno Silva e compagni a sfidare a domicilio il Monza in un match in cui sarà necessaria la vittoria per approdare alla fase nazionale.

Franzini opta inizialmente per la difesa a cinque elementi, sacrificando Di Molfetta che parte dalla panchina.

Avvio terribile per i biancorossi che subiscono le incursioni ospiti che si sviluppano soprattutto a sinistra con il solidissimo Foglio. Prima Perna fallisce da due passi l’impatto con il pallone, ma all’8′ è già salita: cross questa volta operato da Gullit, Marotta irrompe e buca Fumagalli. Piace che fatica a riprendersi, ma i ragazzi di Albé, anziché affondare il colpo sembrano accontentarsi. Il Piace cresce con il trascorrere dei minuti ma le conclusioni arrivano a fatica. Prima ci prova Castellana da azione d’angolo, ma il primo vero intervento di Taliento giunge sul bolide dalla distanza di Masciangelo: la respinta innesca però un clamoroso contropiede con Foglio che si presenta a tu per tu con Fumagalli provvidenziale in uscita bassa, poco prima del duplice fischio arbitrale.

Ripresa e mister Franzini cambia: dentro Romero, fuori Corazza. Un cambio che produce poco, ma arriva al quarto d’ora la sostituzione che incide, eccome. Dentro Taugourdeau al posto di Bini con il francese che si presenta immediatamente per la battuta di un calcio di punizione da posizione defilata, ma esattamente al limite dell’area: traiettoria a giro sul secondo palo e Taliento si fa sorprendere per la rete che consegna nuovamente la qualificazione al Piace. La Giana si sgonfia e il Piace colpisce nella maniera più congeniale: prima Romero, dopo un rimpallo fortuito, esplode un destro di violenza pura che vale il sorpasso, poi è Pesenti in contropiede a griffare il tris. Ora c’è solo il Piacenza e anche Franchi partecipa alla festa innescando Romero che, di testa, nel finale, si concede addirittura doppietta. All’ultimo istante, la rete da azione d’angolo di Greselin, valida solo per gli amanti delle statistiche. Per quelli del biancorosso, è tempo di fare festa.

PIACENZA-GIANA ERMINIO 4-2
PIACENZA (3-5-2) Fumagalli; Bini (12′ s.t. Taugourdeau), Silva, Pergreffi; Castellana, Segre, Della Latta, Corradi (42′ s.t. Franchi), Masciangelo; Pesenti (36′ s.t. Di Molfetta), Corazza (1′ s.t. Romero). (Lanzano, Basile, Di Cecco, Mora, Masullo, Zecca). All. Franzini.
GIANA ERMINIO (3-5-2) Taliento; Perico, Bonalumi, Montesano; Sosio (23′ s.t. Seck), Marotta, Pinto (28′ s.t. Capano), Chiarello (44′ s.t. Degeri), Foglio (39′ s.t. Greselin); Okyere, Perna. (Sanchez, Concina, Sala, Rocchi, Corti). All. Albé.
ARBITRO Zingarelli di Siena (Mariottini/Nuzzi)
RETI Marotta all’8′ p.t., Taugourdeau al 13′ s.t., Romero al 26′ s.t. e 46′ s.t., Pesenti al 34′ s.t. e Greselin al 49′ s.t.
NOTE spettatori 3mila circa. Ammoniti Pesenti, Sosio, Bonalumi, Corradi. Angoli 5-2.

20180511-213849.jpg

20180511-213858.jpg

20180511-213908.jpg

20180511-213916.jpg

20180511-213923.jpg

20180511-213931.jpg

20180511-213938.jpg

20180511-213944.jpg

20180511-230241.jpg

20180511-230249.jpg

20180511-230257.jpg

© Copyright 2023 Editoriale Libertà