Pisa-Pro Piacenza 3-1

Masucci in stato di grazia, si chiude la vena esterna dei rossoneri

17 ottobre 2018

Dopo tre vittorie consecutive lontano da Piacenza, si ferma a Pisa la serie utile esterna del Pro che, all’Arena Garibaldi, si inchina di fronte al Pisa di Masucci: l’attaccante stende i rossoneri con un gol per tempo e rilancia le quotazioni della formazione neroazzurra in graduatoria. Inutile la rete di Volpicelli subito dopo la mezz’ora, a spegnere le speranze piacentine nel finale ci pensa De Vitis dal dischetto per il 3-1 conclusivo.
Giannichedda si affida al suo undici di “titolarissimi” con Ledesma ad occupare la zona centrale della mediana, con i soliti Nolé e Scardina tandem d’attacco. Tra le fila neroazzurre, D’Angelo preferisce concedere riposo, almeno inizialmente, al temutissimo Moscardelli.
Avvio di personalità da parte dei rossoneri, subito vicino al gol con Kalombo il cui diagonale sfiora soltanto il palo alla destra di Gori. Pisa che però non sta certo a guardare e, al 18’, sono brividi per Zaccagno che però se la cava sul colpo di testa di Masucci. Va molto peggio al 24’, quando sul cross di Birindelli da destra, Masucci trova tempo e spazio per stoppare il pallone e scaricarlo alle spalle del portiere rossonero: è il gol che spacca la partita. Il Pro però non sbanda e riesce a tenere anche sulle iniziative di un Pisa animato da un notevole entusiasmo. Addirittura, nel finale, traversa di Scardina il cui colpo di testa, sul traversone da fermo di Ledesma, ha lasciato di stucco l’ex Gori.
L’avvio dei neroazzurri nel corso della ripresa però, è bruciante: dopo un’azione di Lisi, pallone in angolo e dal corner è la testa di Masucci a svettare più in alto per l’inzuccata che vale il raddoppio. Il Pro fatica a reagire e così Giannichedda mette mano alla panchina: dentro Nava e Volpicelli. Risultati modesti, con il Pisa che riesce a controllare agevolmente la situazione, imponendo un buon possesso palla a Ledesma e soci. Al 25’ però, serve un prodigioso intervento di Gori per dire “no” al tentativo di Remedi. Il pro ci crede ed è premiato al 33’ dal gran gol mancino di Volpicelli che sembra riaprire il match; un’illusione, perché al 40’, dal dischetto, ci pensa De Vitis a chiudere la contesa dopo il fallo in piena area di Mangraviti su Cernigoi.

Prossimo impegno per la squadra di Giannichedda, domenica prossima al Garilli quando sarà sfida al Cuneo dell’ex Castellana.

PISA-PRO PIACENZA 3-1
MARCATORI Masucci al 24’ p.t.; Masucci al 3’, Volpicelli al 33’, De Vitis su rigore al 40’ s.t.
PISA (3-5-2) Gori; Brignani, Masi, Liotti; Birindelli (dal 21’ Zammarini), Marin (dal 22’ s.t. Izzillo), Gucher, De Vitis, Lisi; Masucci (dal 25’ s.t. Cuppone), Marconi. (D’Egidio, Cardelli, Buschiazzo, Cernigoi, Moscardelli, Di Quinzio, Meroni, Maffei). All. D’Angelo.
PRO PIACENZA (3-5-2) Zaccagno; Maldini (dall’11’ s.t. Nava), Pasqualoni, Mangraviti; Kalombo, Remedi, Ledesma (dal 29’ s.t. Sanseverino), Sicurella (dal 27’ s.t. Kadi), Zanchi (dal 10’ s.t. Volpicelli); Nolé, Scardina. (Bertozzi, Esposito, Giuliano, Marchesi, Belotti, Buongiorno, Quaini, Milani). All. Giannichedda.
ARBITRO Vigile di Cosenza

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE