Calci piazzati decisivi, Corradi e Ferrari regalano i tre punti ai biancorossi

23 Gennaio 2019


Dopo tre partite e otre un mese, il Piacenza torna alla vittoria piegando non senza patemi il Gozzano grazie a due calci piazzati: la punizione di Corradi e il rigore di Ferrari, intervallati dal momentaneo pareggio giunto grazie ad una autorete di Di Molfetta, decidono una sfida tutt’altro che spettacolare ma fondamentale per i biancorossi ai fini della graduatoria dove Fumagalli e compagni si ritorvano nuovamente al primo posto. Rinviata per neve infatti la gara tra Alessandria e Pro Vercelli. Qui la classifica.
Mister Franzini cambia rispetto al match di domenica di Pontedera: Di Molfetta è ancora impiegato nella veste di esterno basso di destra, mentre a metà campo Porcari è l’uomo chiamato a dettare i tempi. Gozzano in campo con il consueto modulo a tre difensori centrali.

Primo tempo disputato su ritmi blandi e con il Piacenza che rischia già in avvio sul colpo di testa di Emiliano da azione d’angolo: palla appena alta. I biancorossi alzano però il baricentro e provano ad imporre il proprio gioco guidati da un Porcari parso tonico e sempre nel vivo. Complicato però trovare spazi nella attenta difesa ospite e soltanto le conclusioni da fuori di Della Latta e di Terrani creano un minimo di apprensione a Casadei. I novaresi attendono e poi ripartono e la chance più importante del primo parziale è propri ad appannaggio della squadra di Soda: da matita rossa l’errore sotto porta di Rolando che, di testa, non inquadra lo specchio su un cross da destra.

Ci si attende un altro Piace nella ripresa e ad agevolare il cambio di marcia ci pensa Corradi, fino a quel momento tra i più deludenti: Ferrrari conquista un calcio di punizione dai venticinque metri e l’ex Arezzo, con il mancino, indovina la traiettoria che inganna Casadei. Due minuti dopo, altra grossa occasione per Corradi che, da due passi, fallisce una comoda occasione strozzando con il destro una girata preda del portiere piemontese. Piacenza che ora potrebbe disporre dell’avversario a proprio piacimento e che invece, già al 16′, incassa il gol del pari: fuga a destra di Messias e cross radente sul quale è Di Molfetta a compiere il disastro insaccando nella propria porta. Alla mezz’ora, dopo una lunga fase di caos e zero occasioni, la nuova svolta: molto dubbio l’intervento di Gigli che l’arbitro sanziona con il calcio di rigore per un presunto fallo ai danni di Corradi: dal dischetto, Ferrari firma il 2-1. Il vantaggio induce mister Franzini a cautelarsi: fuori Sestu e dentro Cauz con passaggio al modulo 5-3-2. Non accadrà più nulla.

Tre punti che rilanciano le quotazioni del Piace dopo tre gare senza vittoria; prossimo impegno per gli uomini di Franz, domenica prossima all’Arena Garibaldi con il Pisa dell’ex Pesenti.

PIACENZA-GOZZANO 2-1
MARCATORI Corradi al 3′, autorete di Di Molfetta al 16′ e Ferrari su rigore al 31′ s.t.
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Di Molfetta, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco; Della Latta, Porcari, Porcari (dal 24′ s.t. Nicco); Sestu (dal 34′ s.t. Cauz), Ferrari (dal 43′ s.t. Sylla), Terrani. (Calore, Ansaldi, Silva, Spinozzi, Marotta, Bachini). All. Franzini.
GOZZANO (3-4-1-2) Casadei; Gigli, Emiliano, Mané; Tumminelli, Graziano (dal 40′ Rolfini), Sampietro (dal 12′ s.t. Gemelli), Evan’s (dal 40′ s.t. Palazzolo); Messias; Rolando, Carletti (dal 27′ s.t. Libertazzi). (Viola, Romeo, Palazzolo, Acunzo, Tordini, Rizzo, Grossi, Rolfini, Secondo, Mangraviti). All. Soda.
ARBITRO Guida di Salerno
NOTE Ammoniti Bertoncini, Gigli, Evan’s, Corradi, Mané e Rolando. Angoli 9-1.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà