Coppa Italia

Piace, la maledizione del Provinciale: Cacia non basta, Trapani avanti

11 agosto 2019

Il Provinciale si conferma campo indigesto per il Piacenza e così, domenica prossima ci sarà il Trapani a sfidare l’Ascoli nel terzo turno di coppa Italia. In Sicilia, i biancorossi si illudono in avvio grazie a Cacia, ma la doppietta di Evacuo e il tris di Nzola abbattono un Piace che chiude in evidente difficoltà fisica un match che ha comunque fornito anche indicazioni positive sul piano del gioco.

Mister Franzini per l’occasione spedisce in campo dal primo istante la coppia offensiva titolare, ovvero quella composta da Paponi e Cacia, con Sestu che si accomoda in panchina. Sul versante mancino c’è Nannini e non Imperiale che è arrivato al Piace da pochissimi giorni. I siciliani di Baldini si presentano con il 4-3-3, c’è ovviamente Taugourdeau in cabina di regia.

Avvio da incorniciare quello dei biancorossi che dimostrano maggiore “gamba” rispetto agli avversari e sembrano intenzionati ad attaccare senza eccessivi tatticismi. Dopo dieci minuti però, ci pensa Taugourdeau a ricordare quanto sia temibile il francese con i suoi tiri da fuori: a salvare Del Favero arriva in soccorso la traversa. Piace che però non demorde e tre minuti dopo è premiato con il gol di Daniele Cacia, bravo a sfruttare di testa il perfetto assist da sinistra di un intraprendente Nannini. Rimane un Piace brillante anche dopo il gol, ma i padroni di casa si fanno più minacciosi con il trascorrere dei minuti. E nel finale, ecco il castigo: ci pensa Evacuo a rimettere in parità il match con un gol da vero rapinatore d’area.

Secondo tempo e Franz cambia: dentro Marotta per Corradi e subito partenza sprint per i biancorossi che potrebbero raddoppiare con Nicco che arriva però con un attimo di ritardo sull’assist di Cacia scattato in contropiede. Il Trapani però esce alla distanza e al quarto d’ora di gioco Evacuo svetta di testa sugli sviluppi di un calci d’angolo e fa secco Del Favero. Finita qui? Macchè, perchè il Trapani rimane in dieci (espulso Scognamillo per fallo da ultimo uomo) e il Piacenza prova a riequilibrare la contesa. Ci si attende un finale per cuori forti, ma a otto dal termine ecco il tris siculo: ripartenza micidiale di Nzola e 3-1 servito. Il Trapani fa ancora festa.

Il Piace farà ritorno lunedì mattina in città e già nel pomeriggio è previsto un allenamento: la coppa Italia si chiude qui, la preparazione per la prima di campionato prosegue a spron battuto.

TRAPANI-PIACENZA 3-1
MARCATORI Cacia al 13′ ed Evacuo al 44′ p.t.; Evacuo al 14′ e Nzola al 37′ s.t.
TRAPANI (4-3-3) Carnesecchi; Cauz, Scognamillo, Joao Silva, Colpani; Aloi, Taugourdeau, Luperini; Nzola, Evacuo, Jakimovski. (Dini, Stancampiano, Martina, Pagliarulo, Ferretti, Tolomello, D’Anca, Culcasi, Dambros, Valenti, Golfo). All. Baldini
PIACENZA (4-3-1-2) Del Favero; Zappella, Della Latta, Pergreffi, Nannini; Nicco, Giandonato, Corradi (dal 1′ s.t. Marotta); Cattaneo; Cacia, Paponi (dal 15′ s.t. Sestu). (Ansaldi, Bertozzi, Imperiale, Silva, Bolis). All. Franzini.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE