Con l'Arzignano

Paponi tradisce dal dischetto, il Piace ricomincia con un pari incolore

26 agosto 2019

Ricomincia con un pari senza reti e con parecchi rimpianti l’avventura del Piace nel nuovo campionato di Serie C. Su di un campo dei pessime condizioni, a Vicenza, l’Arzignano ha imposto il pari ai biancorossi parsi ancora lontani dalla migliore condizione e che, nel finale, hanno sciupato l’opportunità per i tre punti con Paponi che si è fatto intercettare un calcio di rigore dal portiere veneto.

Franzini per la gara del Menti ha puntato sul 4-3-1-2, le sole sorprese sono state Nannini al posto di Imperiale sul versante mancino, Marotta in luogo di Corradi sulla mediana.

In avvio, ritmi molto compassati ma Piace che sembra in grado di mantenere in mano le redini del match. Dal 15’ però, i veneti alzano il baricentro, schiacciando i biancorossi nella propria metà campo: ne seguono un paio di occasioni non sfruttate dai padroni di casa, con Del Favero che rimane comunque inoperoso. Al 27’ Maldonato fa venire i brividi ai piacentini con un cross su punizione che attraversa tutta l’area di rigore, fortunatamente senza che nessuno arrivi sul pallone. Piacenza evidentemente in difficoltà. Dopo neanche un minuto, la squadra di Franzini risponde timidamente con un destro di Nicco, troppo debole per impensierire il giovane portiere Tosi. Al 32’ altra ghiotta occasione per l’Arzignano che da destra con Pattarello, dopo aver saltato Nannini, si accentra e lascia partire un sinistro a giro fuori di poco. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, con un Piace spento.

Durante l’intervallo non c’è alcun cambio da parte dei due tecnici. Nella ripresa, al 6’ grande occasione per l’Arzignano che sfiora il gol: ennesima défaillance difensiva di Nannini, con Tazza che crossa a centro area, Cais gira al volo con il pallone e alto sopra la traversa. Al 10’ il Piace ci prova con un lancio dalle retrovie di Nannini che trova a centro area Cacia, con Bachini fuori tempo: destro al volo dell’ex Novara che finisce alto in curva. Dopo 6 minuti i biancorossi sfiorano nuovamente il vantaggio, con una discesa in verticale di Pergreffi che serve Nicco, il quale al limite dell’area lascia partire un gran destro. Il portiere Tosi riesce a deviare in angolo: super parata e Piacenza che sembra crescere. Al 20’ l’arbitro Longo annulla un gol al Piacenza per carica sul portire (molto dubbia), a seguito di una mischia in area con Tosi. Mister Franzini opera la prima sostituzione al 23′: dentro Corradi al posto di Nicco; dopo neanche dieci minuti triplo cambio, sempre biancorosso: dentro El Kaouakibi, Bolis e Sestu, al posto di Zappella, Giandonato e Cacia. L’occasione più ghiotta per il Piace è al 42’ quando, su cross di Sestu, un difensore veneto tocca con il braccio e l’arbitro assegna la massima punizione. Sul dischetto si presenta Paponi che si fa parare il tiro. L’ultima opportunità della gara ce l’hanno sempre gli ospiti con Forte che da due passi da Tosi fallisce una comoda chance da gol per la disperazione dei tifosi biancorossi. La partita termina sullo 0-0, un risultato giusto per quanto osservato in campo ma che lascia qualche perplessità per la prova fornita da Silva e compagni.

Il prossimo appuntamento dei biancorossi è sabato 31 agosto alle 20.35 allo Stadio Garilli, ospite il Modena di mister Mauro Zironelli.

ARZIGNANO-PIACENZA 0-0 
ARZIGNANO (4-3-3) Tosi; Tazza, Bachini, Pasqualoni, Barzaghi; Maldonado (dal 32′ s.t. Hoxha), Balestrero, Perretta; Pattarello, Cais (dal 17′ s.t. Casini), Rocco. (Amatori, Antoniazzi, Bozzato, Cavaliere). All. Colombo.
PIACENZA (4-3-1-2) Del Favero; Zappella (dal 31′ s.t. El Kaouakibi), Della Latta, Pergreffi, Nannini; Nicco (dal 23′ s.t. Corradi), Giandonato (dal 31′ s.t. Bolis) , Marotta; Cattaneo (dal 41′ s.t. Forte); Cacia (dal 31′ s.t. Sestu), Paponi. (Bertozzi, Ansaldi, Confalonieri, Imperiale, Lamesta, Scotti). All. Franzini.
ARBITRO Longo di Paola

NOTE: Ammoniti Giandonato, Pergreffi e Barzaghi. Angoli 1-7.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE