Basket Serie A2

Finale amaro, l’Assigeco sfiora soltanto l’impresa nella tana della capolista

16 gennaio 2020

Non bastano i 30 punti di un grandissimo Marco Santiangeli all’Assigeco Piacenza per interrompere la striscia di 10 vittorie consecutive dell’Orasì Ravenna. I padroni di casa si impongono per 85-80 al termine di una partita sempre molto equilibrata e decisa da un paio di sprazzi di Thomas e Marino nei minuti finali.

LA CRONACA – L’Assigeco approccia benissimo la gara, soprattutto grazie ad un Santiangeli da leccarsi i baffi: 4/5 da tre per lui e 16 punti quando al 9’ il tabellone dice 16-22 per i biancorossoblu.

Il secondo periodo inizia con la tripla di Piccoli per il massimo vantaggio Piacenza (16-25), tripla bissata immediatamente da quella di Ferguson. Ravenna però non molla e Sergio spara due traccianti consecutivi che riaprono il discorso e inducono Ceccarelli al timeout. Potts segna due liberi, ma Gasparin reagisce alla grande e completa il gioco da tre punti che fa respirare l’Assigeco sul 24-31 del 13’. E’ sempre Gasparin a colpire la difesa di Ravenna: l’ottava tripla dei biancorossoblu (su 15 tentativi) induce Cancellieri al timeout sul 26-36 di metà periodo. Quando le percentuali dell’Assigeco calano, Ravenna piazza un 10-0 che riporta i padroni di casa in parità con 4 liberi consecutivi di Thomas. Hall fa respirare l’Assigeco, ma la tripla di Marino dice 39-38 Orasì al 19’. L’ultimo minuto è caratterizzato dai lampi di classe di Hall e Potts e all’intervallo lungo il punteggio è in perfetta parità a quota 44. Nel terzo periodo la gara è equilibratissima: Ravenna opera un mini parziale con Thomas (53-49), ma Santiangeli è inarrestabile e arriva a quota 21 dopo i due liberi del -2 a metà frazione. Hall guadagna un paio di liberi di esperienza, così come Ferguson e il ciclone Thomas (26+12 rimbalzi in tre quarti) viene arginato sul 64-63 del 30’. Hall commette il quarto fallo sul primo possesso dell’ultimo periodo, Ferguson viene pescato in fallo in attacco e Ravenna va sul 70-65 dopo 3’.

Dopo qualche istante di rottura prolungata, l’Assigeco trova una tripla di Molinaro e quella centrale di Ferguson, utile per rimettere la testa avanti sul 74-72. A ridosso degli ultimi 2’, Ravenna trova due triple fondamentali da Thomas e Marino e vola sull’80-74 ma Ferguson trova un tracciante clamoroso e riapre i giochi. Gasparin buca la difesa e completa il gioco da tre punti del -3 (82-79) ma Treier conclude un’ottima azione dei padroni di casa con l’appoggio che vale la partita.

MOMENTO CHIAVE – Gli ultimi 3’ di partita con Ravenna che trova due triple fondamentali per andare sull’80-74 e scavare quel piccolo solco che l’Assigeco non è più riuscita a rimontare, nemmeno con i guizzi di Ferguson e Santiangeli.

ORASI’ RAVENNA – ASSIGECO PIACENZA 85-80
(16-22, 28-22, 20-19, 21-17)

Ravenna: Marino 11, Jurkatamm 5, Sergio 11, Seck, Venuto 4, Thomas 30, Treier 10, Farina ne, Chiumenti 5, Potts 9, Zanetti ne, Bravi ne. All. Cancellieri.
Piacenza: Ferraro, Faragalli ne, Ferguson 13, Molinaro 6, Rota, Gasparin 9, Piccoli 5, Ihedioha 6, Santiangeli 30, Hall 11. All. Ceccarelli.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport