Serie C

Cattaneo e poco altro: il Piace si accontenta del pari a Fermo. LE FOTO

26 gennaio 2020

Il Piacenza non va oltre l’1-1 sul campo della Fermana e, dopo il deludente pari interno casalingo con l’Arzignano, muove si la graudatoria, ma non riesce a compiere un salto definitivo né in graduatoria, né dal punto di vista del gioco. Rimane la positiva reazione dopo lo svantaggio iniziale firmato Bacio Terracino al quale ha posto rimedio, ad inizio ripresa, il subentrato Cattaneo al primo centro stagionale. Troppo poco comunque per un Piacenza che ancora fatica troppo per costruire occasioni da rete anche al cospetto di formazioni inferiori sul piano tecnico come quella marchigiana. Fermana che dopo la vittoria al Garilli del girone di andata, scippa altri due punti a Paponi e soci.

Mister Franzini deve fare i conti con due assenze pesanti, oltre a quella del portiere Del Favero. Al posto degli squalificati Pergreffi e Della Latta ci sono Castellana, all’esordio, e Nicco, confermato in mediana dal primo minuto. Rientra Corradi e davanti spazio al tandem Paponi-Sestu.

Avvio di primo tempo molo equilibrato con il Piacenza che ha però faticato a costruire gioco, con Marotta soffocato dal pressing ad alto ritmo dei marchigiani che con il trascorrere dei minuti hanno alzato costantemente il baricentro, impedendo al Piace di innescare Sestu e Paponi, praticamente mai in condizione di andare al tiro. Al 19′ la svolta: da un rilancio del portiere Ginestra, pallone che schizza dalle parti di Bacio Terracino che si gira e punta la porta bruciando sullo scatto un Borri molto approssimativo. L’attaccante di casa, giunto in area, ha scagliato un diagonale secco con il destro che ha trovato l’angolo alla destra di Mazzini. La reazione fatica ad arrivare, ma al 29′ finalmente il Piace costruisce una buona chance da rete. Futa di Sestu e traversone per Paponi che appoggia all’indietro a Cattaneo il cui sinistro di prima intenzione a colpo sicuro è rimpallato da un difensore della squadra di Antonioli. Poco altro con i biancorossi che sono sì riusciti a scrollarsi di dosso la pressione della formazione di casa, ma pochissime le opportunità, anche potenziali, create dalle parti di un Ginestra pressochè inoperoso per tutto il corso dei 45 minuti iniziali.

In avvio di ripresa, mister Franzini cambia ancora: fuori Castellana, dentro Polidori. Si tratta di un cambio anche tattico con la difesa che passa da tre a quattro elementi. Una mossa simile a quella operata nel match interno con la Triestina. Questa vola però i risultati sono diametralmente opposti perchè già al 2′, i biancorossi pareggiano: cross da destra di Zappella, “spizzata” aerea di Polidori e pallone per Cattaneo che, da posizione molto defilata, esplode un gran mancino di controbalzo che vale la rete dell’1-1. Un gol che contribuisce a spegnere le velleità di una Fermana meno reattiva rispetto alla prima parte di gara, ma Piacenza che non prosegue a portare pressione forte alla retroguardia fermana. E così lo sviluppo della gara rimane su ritmi sì accettabili, ma privi di spunti tecnici degni di nota per larghi tratti. E così, nella seconda parte della ripresa, la Fermana riacquista coraggio seppur senza costruire granchè con Mazzini chiamato in causa soltanto da un calcio di punizione privo di velleità scagliato addirittura a un quarto d’ora dal termine da parte di Cognigni. Franzini dà ossigeno ai suoi inserendo Imperiale e Bolis, fuori Nannini e Nicco. In pieno recupero, incredibile l’errore di Polidori che, lanciato in campo aperto, dopo aver superato Ginestra, non è riuscito a piazzare il colpo del definitivo ko.

Prossimo impegno, domenica prossima allo stadio Garilli quando sarà tempo di visite da parte del Cesena di Zecca.

FERMANA-PIACENZA 1-1
MARCATORI Bacio Terracino al 19′ p.t.; Cattaneo al 2′
FERMANA (3-4-2-1) Ginestra; Manetta, Comotto, Sperotto; Clemente (dal 31′ s.t. Iotti), Isacco (dal 26′ s.t. Ricciardi), Urbinati, Lancini; Petrucci, Bacio Terracino (dal 35′ s.t. Molinari); Cognigni (dal 30′ s.t. Maistrello) (Gemello, Venditti, Venturi, Grieco, Persia, De Pascalis, Zerbo). All. Antonioli.
PIACENZA (3-5-2) Mazzini; Milesi, Borri, Castellana; Zappella, Nicco (dal 25′ s.t. Imperiale), Marotta, Corradi (dal 20′ p.t. Cattaneo), Nannini (dal 25′ s.t. Bolis); Paponi (dal 38′ s.t. Sylla), Sestu. (Bertozzi, Riccardi, Franchini). All. Franzini.
ARBITRO Di Cairano di Ariano Irpino
NOTE Ammoniti Castellana, Petrucci, Milesi, Clemente, Bacio Terracino e Iotti. Angoli 4-3.

RISULTATI E CLASSIFICA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport