Serie C

Mister Franzini: “Contro il Ravenna mi aspetto il Piace di inizio stagione”

7 febbraio 2020

Ritrovare questi ormai “maledetti” tre punti, ovviamente, ma soprattutto lo spirito di squadra che c’era prima di Natale. Ecco quali saranno gli obiettivi del Piacenza Calcio che domenica pomeriggio (fischio d’inizio ore 17.30) affronterà in trasferta il Ravenna.

Ad affermarlo è mister Arnaldo Franzini che, nella consueta analisi a poche ore dalla gara, rivela: “In questa settimana la squadra è stata più unita del solito, ha fatto gruppo ancora di più per cercare di risollevarsi e tirarsi fuori dal periodo negativo dell’ultimo mese. Siamo stati ancora più insieme, abbiamo passato tante giornate a stretto contatto oltre a lavorare intensamente, più del solito. Questo per cercare di trovare la chiave giusta per ripartire, dobbiamo provarle tutte. L’importante è lasciarsi alle spalle tutto quello che è stato, sicuramente il mercato perché il mese di gennaio è stato parecchio pesante, e spero che dopo tutto questo si possa ritrovare la squadra del pre-sosta, che era decisamente un’altra cosa”.

Le squadre di Franzini hanno sempre avuto una bella accelerata da febbraio in avanti, cosa che peraltro ha riguardato anche il Piace nelle ultime due stagioni. “Spero che possa avvenire anche quest’anno – non nasconde Franzini -,  anche se questa volta sarà più complicato perché la condizione mentale è un po’ più complessa, però l’augurio è che ritorni un periodo positivo, io credo che sia sufficiente ritrovare una vittoria per riprendere il cammino, anche se all’orizzonte ci sono Ravenna e Carpi. Non sarà semplice, quindi, però dobbiamo conquistare subito i tre punti. Che tipo di partita mi aspetto con il Ravenna? Hanno cambiato sette undicesimi e hanno in panchina tanti dei giocatori che avevano nel girone di andata, sono squadre che lottano e che non vogliono retrocedere, come la Fermana, vogliono giocarsi le loro carte. Per noi però cambia poco, che ci sia in campo l’uno o l’altro, anche se di livello importante, dovremo andare là e cercare di fare la nostra prestazione. Adesso però penso che sia un altro campionato – prosegue – anche le squadre che stanno in fondo cominciano a spingere per ottenere risultati importanti e sicuramente si è accorciato il gap con le prime della classe”.

Vedendo risultati e prestazioni, il modulo più congeniale a questo Piacenza sembra essere il 3-5-2, come confermato anche dal tecnico di Vernasca. “Potrebbe essere, anche se quello che voglio in particolare è ritrovare lo spirito battagliero, ovviamente affrontare la gara con il sistema di gioco più collaudato permette di avere più certezze e avvantaggia. Però punto a ritrovare quella personalità nella squadra e quelle situazioni che avevamo prima, ci vuole la testa libera e l’atteggiamento giusto per risollevarsi visto che abbiamo già dimostrato di averne le qualità”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE