I campioni 5 Cerchi mettono nel mirino i Tricolori assoluti

26 Agosto 2020

Ha mostrato i muscoli ai recenti campionati regionali individuali, confermandosi ancora una volta al top in Emilia Romagna. Il movimento dell’atletica piacentina, lo scorso weekend tra le mura amiche del campus Dordoni, ha recitato il ruolo di “pigliatutto”, piazzando tra l’altro diversi purosangue ai blocchi di partenza degli imminenti Campionati italiani Assoluti (che si svolgeranno da venerdì 28 a domenica 30 agosto a Padova).

All’importante appuntamento del prossimo fine settimana non mancheranno di certo alcuni degli alfieri dell’Atletica 5 Cerchi, talenti che (pur allenandosi a Piacenza, sotto gli attenti occhi dei tecnici Lorenzo Garganese e Tiziana Bignami) gareggiano “in prestito” con i colori di alcune tra le società più importanti a livello nazionale. E’ il caso del giavellottista Norberto Fontana che, per che mastica atletica leggera, non è certamente un oggetto misterioso. Questo ragazzone classe 1998, tesserato per il Cus Parma, domenica ha letteralmente annientato gli avversari, scagliando il giavellotto oltre i 70 metri e conquistando la medaglia d’oro (secondo titolo Assoluto per lui). “Mi aspettavo un risultato del genere – commenta – dato che negli ultimi mesi, lockdown compreso, mi sono allenato bene e duramente. Mi sto avvicinando sempre di più al mio record personale (71.84 metri, ndc) e sento che, avanti di questo passo, potrò addirittura migliorarlo”.

Nella famiglia Fontana l’atletica è di casa, dato che anche il fratello maggiore Edoardo, più grande di due anni rispetto a Norberto, gareggia e (tanto per cambiare) vince. Nel salto con l’asta, infatti, Edoardo si è laureato campione regionale con un bel 4.80 metri. “Dopo l’oro ai regionali – spiega – agli Assoluti mi aspetto di varcare i 5 metri e magari ritoccare il mio personale. Raggiungere la finale sarebbe già di per sé una vittoria, tutto quello che verrà dopo lo accetterò molto volentieri”.

Chi sul podio ai regionali c’è salita, sfiorando di poco il gradino più alto, è Sara Balordi, velocista “prestata” al salto in lungo. “Non è la mia specialità – puntualizza – anche se è molto divertente e assieme ai miei allenatori abbiamo voluto provare, ma credo che proseguirò con i 400 metri: il mio pane”. Agli Assoluti, invece, Sara correrà nella staffetta 4×100, con l’obiettivo di strappare la più luccicante delle medaglie.

“Norberto, Edoardo e Sara – spiega il tecnico dell’Atletica 5 Cerchi Tiziana Bignami – sono i nostri atleti di punta. A loro si aggiungono il velocista David Palladini e la martellista Agata Gremi, che gareggeranno anch’essi agli Italiani Assoluti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà