Fiorenzuola Bees, 40 minuti vitali per chiudere la stagione regolare contro Crema

06 Maggio 2021

Nel recupero della 20° giornata del campionato di Serie B di pallacanestro, i Fiorenzuola Bees di coach Galetti sfidano oggi (giovedì 6 maggio) alle 20.30 Crema.

Lo fanno andando ad affrontare una squadra già qualificata al playoff a quota 26 punti ma con ben tre gare da recuperare a causa di alcune positività riscontrate nelle scorse settimane che hanno impedito alla squadra cremasca di giocare.

Vincendo tutte e tre le gare di recupero, Crema chiuderebbe al 3° posto in classifica a quota 32 punti, chiara testimonianza della grande stagione che sta disputando la squadra di coach Eliantonio.

Dal canto proprio, Fiorenzuola arriva alla partita a quota 16 punti in classifica, con 3 vittorie consecutive alle spalle che l’hanno portata ad essere padrona del proprio destino a 40 minuti dal termine. Un risultato forse insperato solo qualche mese fa, con i Bees relegati nelle zone basse della classifica nel loro primo campionato nazionale dopo la promozione dalla Serie C Gold.

Un rush finale di tanto lavoro, capacità e cuore hanno portato capitan Galli e compagni ad una sfida finale che vale veramente tanto; da un lato Fiorenzuola vuole vincere per salvarsi matematicamente ed evitarsi ogni calcolo di classifica avulsa, dall’altro paradossalmente sempre per via della classifica avulsa una vittoria potrebbe aprire un clamoroso spiraglio di playoff per i Bees.

Coach Gianluigi Galetti ha inquadrato così il finale di stagione di Fiorenzuola Bees a 40 minuti dal termine della stagione regolare: ‘’Credo che con prove di maturità da parte della squadra e abnegazione da parte di tutti ci stiamo togliendo alcune soddisfazioni importanti. Il nostro è un gruppo in continua evoluzione, i nostri miglioramenti credo siano tangibili e sicuramente sono soddisfatto della risposta dei ragazzi. Non abbiamo finito assolutamente, stiamo recuperando per andare a Crema a fare una grande partita che sarà decisiva per noi. L’importante per noi è mantenere la condizione e la brillantezza dopo alcuni impegni stancanti; non ci siamo fermati e non abbiamo dato riposo ai ragazzi, cercando l’aiuto dello staff tecnico, del preparatore atletico e del fisioterapista per rimettere i ragazzi in sesto. Questa è stata una stagione molto tribolata a causa della pandemia e non abbiamo potuto far vedere ai nostri tifosi le partite dal vivo; stiamo facendo di tutto per mantenere la categoria per fare vedere anche a loro al Palazzetto di Fiorenzuola la Serie B l’anno prossimo.”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà