Il Giro d’Italia torna a colorare di rosa Piacenza: partenza da Piazza Cavalli

11 Maggio 2021

Ci siamo, il conto alla rovescia è terminato: oggi, martedì 11 maggio, Piacenza ospiterà la partenza della quarta tappa del Giro d’Italia 2021, che condurrà la carovana rosa fino a Sestola (Modena) per un totale di 188 chilometri. La partenza è fissata alle 12.05 in Piazza Cavalli, con riscaldamento sul Facsal e il “villaggio commerciale” in Piazza Duomo.

I ciclisti percorreranno poi via Cavour, viale Sant’Ambrogio, viale Primogenita, via Colombo tutte “di passerella”: la partenza ufficiale sarà di fatto sulla via Emilia Parmense intorno alle 12.20.

A vestire la maglia Rosa è ancora una volta Filippo Ganna, con la tappa di ieri (Biella-Canale 190 km) che ha visto trionfare l’olandese Taco Van der Hoorn.

ECCO LE MODIFICHE ALLA VIABILITÀ

La tappa è definita da due parti separate. La prima è completamente rettilinea e pianeggiante lungo la Via Emilia che condurrà il gruppo fino a Parma. Da qui in avanti il tracciato si farà più mosso e impegnativo. Passato San Polo d’Enza, si supererà il traguardo volante di Rossena (km 86,8), per poi affrontare un lungo saliscendi che presenta due Gpm di terza categoria con pendenze oltre il 10%: Castello di Carpineti (km 111,8), 3 chilometri d’ascesa al 7,8% con picchi del 9,5%, e Montemolino (km 143,4), 2 chilometri al 10,9% e punte del 13,6% in vetta. Dopo Montecreto la corsa arriverà a Fanano (km 180,2), dov’è presente il secondo traguardo volante di giornata. Da qui avrà inizio la salita di seconda categoria del Colle Passerino con pendenze per lunghi tratti oltre il 10%, e punte prolungate del 13-14% nei suoi 4,3 chilometri totali. A 2000 metri dall’arrivo, la strada scenderà per circa 800 metri, per poi riprendere a salire leggermente. A 750 metri dal traguardo fino ai – 250, il fondo è in pavé, mentre gli attimi conclusivi nuovamente su asfalto.

La Via Emilia piacentina tornerà in seguito protagonista il 27 maggio durante il transito della diciannovesima tappa Rovereto-Stradella.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà