Salus et Virtus, il sindaco rende omaggio all’impegno e al talento delle atlete

20 Luglio 2021

Passerella in Comune per la Salus et Virtus. Nel corso dell’incontro, il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore allo sport Stefano Cavalli hanno consegnato al “Maestro di Pugilato Benemerito” e Palma di Bronzo al Merito Tecnico Roberto Alberti una targa, per esprimere la stima, l’affetto e la riconoscenza della comunità piacentina per lo straordinario impegno quotidiano nella gestione della palestra Salus et Virtus e nella crescita e maturazione di tanti atleti. Il sindaco ha poi consegnato alle tre atlete Roberta Bonatti, Hasna Bouyij e Jessica Altadonna, tutte ai vertici della boxe nazionale, una pergamena per sottolineare e rendere omaggio all’impegno, al talento e alla straordinaria forza d’animo che caratterizza il loro percorso sportivo. Premiazioni più che meritate per la società della presidente Rita Anselmi, a cominciare da Alberti. “Sono molto contento e orgoglioso – le parole del maestro – non mi aspettavo che il Comune mi volesse premiare per i meriti acquisiti, e felice per le ragazze, un bel riconoscimento per Piacenza unica città in Italia ad avere tre campionesse italiane in una sola palestra”. Emozionate e felici le ragazze, per Hasna il titolo italiano è arrivato nell’élite Under 22, “contentissima per questo risultato, vorrei ringraziare per questo la presidente, il maestro, i ragazzi della Salus e la mia amica Roberta che mi ha accompagnato in questo viaggio”. L’ultimo “acquisto” in ordine di tempo è Jessica, campionessa italiana nei 69 kg, al suo arrivo nella Salus è stata accolta “come un’altra figlia della famiglia. Sono qui da maggio e il maestro mi ha fatto lavorare fin da subito con grande impegno, ora l’obiettivo è arrivare al meglio ai campionati italiani di novembre per provare a vincere nei 66 kg”. Grande soddisfazione per Roberta, campionessa italiana nei 48 kg e membro della Federboxe: “La boxe piacentina c’è, soprattutto quella femminile. Speriamo di continuare così e di tirare fuori anche qualche campione nel maschile. L’obiettivo è superare se stessi, per ora ambiremo all’oro italiano e oltre c’è solo la Nazionale, per cui io spero di condividere l’ambiente azzurro con loro e di vederle con me al ritiro di Assisi. Per me il grande obiettivo saranno i campionati del mondo di fine anno”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà