Bakery Basket, partita la stagione. Beccari: “Vogliamo mettere radici in A2”

23 Agosto 2021

SiAmo tornAti”. Non è un refuso, ma semplicemente lo slogan con il quale la Bakery Basket Piacenza è stata accolta nel giorno del raduno in vista dell’inizio della stagione agonistica 2021/2022. La A maiuscola è d’obbligo perché quest’anno la squadra allenata da coach Federico Campanella disputerà il campionato di Serie A2, con la ferma intenzione di rimanerci.

Per il momento l’entusiasmo dei biancorossi è esattamente lo stesso che è esploso in tutto il suo splendore lo scorso 23 giugno, la sera della promozione in A2 dopo aver battuto Livorno nella fatidica e decisiva gara 5. Le premesse ci sono dunque tutte, l’augurio per coach Campanella è che riesca nel suo obiettivo dichiarato proprio quella sera, ossia di essere il primo allenatore a salvare la Bakery nella massima serie. Ci proverà con un gruppo rinnovato, presentato ufficialmente ieri pomeriggio ai tifosi al Palabakery. Green Pass e mascherina obbligatori per tutti, capienza per ora ridotta al 35 %, ma è pur sempre un inizio per tornare finalmente a godersi la Bakery fin dall’inizio della stagione. Come ogni anno il vernissage biancorosso è una sorta di “one man show” del presidente Marco Beccari, che ha presentato personalmente uno dopo l’altro i membri dello staff, dell’intero settore giovanile e infine il gruppo della prima squadra. Le ovazioni sono arrivate ovviamente per il condottiero, coach Campanella, confermatissimo dopo la vittoria di campionato e Coppa Italia nella passata stagione, e per due dei grandi protagonisti, Michael Sacchettini e Marco Perin, ma anche per i due nuovi acquisti considerati veri top player per la categoria, Anthony Morse e Nik Raivio.

Beccari ha voluto innanzitutto ringraziare il pubblico che è tornato a riempire il Palabaery di colori biancorossi, una tifoseria che ha finora regalato “anni veramente belli. Siamo tornati in Serie A, dove meritiamo di stare, e lo abbiamo fatto al termine di una stagione fantastica visto che lo scorso anno in Serie B non eravamo i favoriti, la nostra squadra era composta da cinque Senior e cinque Under. Nonostante questo abbiamo dominato il campionato perdendo davvero poche partite e vinto la Coppa Italia, ripartiamo proprio da qui e dalla magica serata del 23 giugno che ci ha permesso di riconquistare la dimensione che meritiamo di avere”. La squadra di quest’anno è stata costruita con dei criteri ben precisi, “lo abbiamo fatto insieme io e Federico, cercando di trovare degli atleti che fossero prima di tutto degli uomini e che si integrassero con il nostro ambiente. Sono anche dei giocatori di talento e che possono fare molto bene in Serie A, un mix di elementi che vogliono dimostrare di essere da massima serie e altri di grande esperienza”. Punto fermo è ovviamente Campanella, “che merita di allenare in A e che è il nostro punto di forza”.

L’obiettivo stagionale è presto detto, “siamo in Serie A e punteremo a rimanerci per la prima volta nella nostra storia, vogliamo stabilizzarci in questa categoria. Per quel che riguarda il resto della nostra società continuiamo il progetto con i giovani, che si è sempre più affinato nel tempo, proprio quest’anno abbiamo fatto un camp fuori da Piacenza oltre a un centro estivo di grande successo. Anche in questa stagione integreremo il roster della prima squadra con tre ragazzi delle nostre giovanili, il fiore all’occhiello della Bakery”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà