Il “mago” sta per tornare, capitan Cesarini punta al rientro contro la Pro Patria

14 Settembre 2021

Il “mago” sta per tornare. I tifosi del Piacenza sentono la mancanza del loro capitano, Alessandro Cesarini, che punta a fare il suo esordio contro la Pro Patria. Il fantasista biancorosso è stato ospite della puntata speciale di questa sera di Zona Calcio: con i conduttori Michele Rancati e Alessandra Carlà e i giornalisti Paolo Gentilotti e Marcello Tassi, Cesarini ha analizzato il pareggio per 2-2 che il Piacenza ha strappato alla Triestina.
La squadra è stata a un passo dalla vittoria, Cesarini ha espresso “rammarico per il fallo che l’arbitro non ha fischiato prima del loro secondo gol, rimane però la grande prestazione. Io ho lavorato per esserci, ma purtroppo ho avuto un risentimento e quindi ho tifato dal divano. Sono orgoglioso di quello che hanno fatto i ragazzi, e contento per il presidente, che proprio oggi compie gli anni. Speriamo di rifarci già domenica prossima, è stata una prova di personalità contro una squadra costruita per vincere. Si era già visto in Coppa Italia cosa sappiamo fare, siamo ripartiti dall’entusiasmo dell’anno scorso e vogliamo dimostrare di fare di più di una semplice salvezza”.
Rivisto in trasmissione, il fallo su Rabbi c’era tutto, “il difensore gli dà anche un calcetto in testa dopo…”, ma ormai è andata così. Meglio pensare a un’esperienza in biancorosso sempre più positiva: “Quando ho accettato di venire è stato grazie a mister Scazzola e al direttore Scianò, la piazza fa la differenza. La cavalcata che abbiamo fatto lo scorso campionato è stata incredibile, ora abbiamo ricominciato con un gruppo solido e con tante certezze”.
Una di queste sono i tifosi: “Dobbiamo ringraziarli anche per ieri, già lo scorso anno ci hanno salutato calorosamente per l’ultima vittoria con la Juve e per la salvezza, sono un valore aggiunto e speriamo di averli sempre di più allo stadio”.
Obiettivi di questa stagione? “Vogliamo dimostrare il nostro valore e cercare di arrivare nella parte sinistra della classifica, abbiamo una politica di crescita in tre anni per alzare l’asticella e rendere i tifosi orgogliosi di noi. In questo girone ci sono squadre importanti, il girone B mi sarebbe piaciuto per affrontare le toscane, ma anche in questo avremo sfide stimolanti. Quanto al mio ruolo, finora ho fatto la prima punta, lo faccio con il massimo impegno e il mio obiettivo è fare più gol possibili”.
Una curiosità, da dove arriva il soprannome “Mago”? “A Pavia quando ero capitano, me lo hanno dato i tifosi, fu un anno fantastico”. Ora è capitano del Piacenza, “un vero onore, spero di portare esperienza soprattutto ai giovani. Qui mi sono trovato bene fin da subito, ho anche la mia famiglia con un bimbo in arrivo”.

Zona Calcio andrà in replica mercoledì alle 9.00 e alle 17.00 su Telelibertà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà