Piacenza senza idee schiantato 2-0 dal Sudtirol. Biancorossi penultimi

20 Ottobre 2021

Fotoservizio di Claudio Cavalli

Il Piacenza conferma il momento nerissimo, uscendo nettamente sconfitto dal campo del Sudtirol: decidono due gol (uno in apertura di ciascun tempo), ma il divario nei confronti degli avversari è apparso molto più netto.
Il Piace resta a 8 punti, che significano penultimo posto in classifica. Domenica sfida salvezza contro la Giana Erminio.

SERIE C – RISULTATI E CLASSIFICHE

PRIMO TEMPO
Dopo l’inattesa, ma meritata, sconfitta di domenica contro la Pro Sesto, il Piacenza di mister Cristiano Scazzola in campo a Bolzano contro il Sudtirol per il turno infrasettimanale del Girone A di Serie C, valido per la decima giornata di campionato.
I padroni di casa provano subito a imporre il proprio gioco: al 3′ tiro dal limite di Broh, smorzato da Tafa.
Al 7′ Sudtirol in vantaggio: cross dalla sinistra di Casiraghi, sponda di Tait per Rover, che solo in area piccola insacca. Sudtirol-Piacenza 1-0.
Tra il 15′ e il 17′ padroni di casa ancora vicino al gol, prima con il destro a giro di Casiraghi fuori di un soffio, poi con il tiro di Broh dal limite che termina alto.
Al 20′ Fischnaller si presenta solo davanti a Pratelli, che compie un miracolo e para il tiro a botta sicura.
Il Piacenza non riesce a organizzare un’azione offensiva degna di nota fino al 32′, quando Bobb con un destro insidioso sfiora il palo alla destra di Poluzzi.
I biancorossi ci provano anche sul finire del tempo, ma arrivata alla trequarti la manovra sbatte contro la difesa del Sudtirol, la meno battuta dei campionati professionistici di tutta Europa. Solo velleitario il tiro altissimo da 30 metri di Armini al 44′, ultima segnalazione del primo tempo.

SECONDO TEMPO
Il secondo tempo di apre con Gonzi al posto di De Grazia, con Scazzola che prova così ad alzare il baricentro per rimontare.
Al 4′ minuto, però, arriva il raddoppio dei locali: Fischaller in area biancorossa riceve e tira, raccoglie la respinta e ci riprova, il secondo rimpallo finisce sui piedi di Broh che insacca il raddoppio. Sudtirol-Piacenza 2-0.
Al 9′ Armini è espulso per un fallo a metacampo: secondo giallo e Piace in 10. Scazzola passa così al 4-4-1 inserendo anche Simonetti e Corbari, ma il Piace non punge mai. Anzi, al 22′ è Casiraghi a chiamare Pratelli alla parata ravvicinata.
Il mister biancorosso butta nella mischia anche Gissi e Lamesta, al 32′ i due nuovi entrati su calcio d’angolo creano l’unica occasione, ma il tiro di destro dell’attaccante sudamericano esce.
La gara non offre più nessuno spunto di rilievo fino al triplice fischio.
I biancorossi restano a 8 punti, penultimi in classifica

LE FORMAZIONI
SUDTIROL (4-3-2-1): Poluzzi; Fabbri (Fink), Zaro (Vinetot), Malomo, De Col; Tait, Broh, Gatto; Fischnaller (Odogwu), Casiraghi (Davi); Rover. (Meli, Marano, Moscati, Heinz, Candellone). All.: Javorcic.

PIACENZA (3-5-2): Pratelli; Armini, Tafa, Marchi; Parisi (Gissi), Suljic (Corbari), Bobb, De Grazia (Gonzi), Giordano; Dubickas (Lamesta), Rabbi (Simonetti). (Libertazzi, Galletti, Nava, Angileri, Burgio, Codromaz, Spini). All.: Scazzola

ARBITRO: Acanfora di Castellamare di Stabia
RETI: 7’pt Rover; 4’st Broh

© Copyright 2021 Editoriale Libertà