Verso Fiorenzuola-Piace: rossoneri, out Mamona. Scazzola senza tre nazionali

10 Novembre 2021

Per i puristi e i nostalgici il derby è un’altra cosa, gli incroci con la Reggiana ma soprattutto i duelli con gli acerrimi rivali della Cremonese. Tuttavia anche loro un po’ di emozione l’avvertono a pochi giorni dello scontro tra cugini Fiorenzuola-Piacenza Calcio, pronti a darsi battaglia domenica, quando alle 14.30 rossoneri e biancorossi scenderanno in campo allo stadio Pavesi per la 14° giornata del campionato di Serie C. Chiaro che, dopo un avvio non proprio esaltante, entrambe le compagini (aggiustata la rotta nelle recenti giornate) hanno tutte le intenzioni di portarsi a casa i tre punti. Ma come arrivano a questo appuntamento Fiorenzuola e Piace?

Partiamo dai padroni di casa: i ragazzi di Luca Tabbiani, reduci dal successo corsaro per 0-1 sul campo della Pro Patria, occupano il 12° posto in classifica a quota 15 punti, frutto di quattro vittorie, tre pareggi e sei sconfitte. I rossoneri hanno segnato 14 reti: tre di queste le ha messe a segno Nicolò Bruschi, altrettante l’altro bomber Edoardo Oneto. Domenica Battaiola e compagni saranno senz’altro privi del forte esterno Blue Mamona, ai box a causa di una lesione muscolare. Problemi fisici risolti per il difensore Luca Ferri, mentre sono in netta ripresa Tommasini, Stronati e Arrondini.

Capitolo Piacenza: i ragazzi di Cristiano Scazzola, galvanizzati dal doppio successo per 3-1 su Pro Vercelli e Renate, vogliono proseguire il buon momento di forma e soprattutto la risalita della classifica, che al momento li vede al 10° posto a quota 16 punti, uno in più rispetto al Fiorenzuola. Per loro il bottino sin qui parla di tre vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. 17 i gol segnati. L’ex rossonero Andrea Corbari scalda i muscoli in vista dell’incrocio con il proprio passato: il forte centrocampista è il bomber della squadra con 4 centri, seguito da Cesarini, Rabbi e Dubickas. Quest’ultimo non sarà della contesa al pari di Bobb e Armini, tutti e tre convocati dalle rispettive nazionali.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà