L’ex campione Clemente Russo a Piacenza. “Senza sacrificio non c’è successo”

26 Novembre 2021

Clemente Russo (fotoservizio Claudio Cavalli)

Allenamento d’eccezione per gli atleti della palestra My Fit, che per un pomeriggio hanno avuto come trainer nientemeno che Clemente Russo.
L’ex campione di pugilato sta infatti svolgendo una serie di allenamenti adatti a tutti in giro per l’Italia allo scopo di promuovere salute e benessere, nella sua nuova veste di insegnante di sport. “Insegnare è un parolone – ha detto, scherzando – io non posso insegnare nulla a questi ragazzi che fanno già attività fisica, io sono qui per promuovere lo sport, sinonimo di benessere e salute, collegati tra di loro”.
Poi apre il cassetto dei ricordi: “Ogni momento ha il suo sapore, il suo perché e il suo ricordo, ognuno è un insegnamento, anche le sconfitte. Se ne devo citare uno, per una questione affettiva, dico il primo Mondiale che ho vinto, nel 2007, perché è in quel momento che mi sono tuffato nel mondo dei giganti; però anche le altre medaglie sono state importanti”.
Russo ha quindi dato il suo personale consiglio alle nuove generazioni: “Nessuno ti regala nulla e senza sacrificio non si va da nessuna parte. Anche ai miei tempi, negli anni ’90, c’erano giovani che non avevano intenzione di fare sacrifici e infatti non hanno vinto niente in carriera, ma vedo che oggi di ragazzi così ce ne sono un po’ di più, probabilmente perché ci sono maggiori occasioni e strumenti per perdere l’attenzione, un pc o una consolle di giochi; per questo è sempre più difficile la ricerca del talento e del campione”.
Cosa ci sarà nel suo futuro? “Sicuramente tanto sport, mi ha forgiato fin da bambino ed è la mia vita anche adesso. Fin da quando ho smesso come atleta, lo scorso luglio, mi sono subito buttato in questo mondo del fitness, e in più ho la direzione tecnica delle Fiamme Azzurre, il mio gruppo militare della Polizia Penitenziaria, per cui il mio futuro sarà sempre sport a 360 gradi”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà