Un autogol nel finale salva il Piace sul campo della Pro Patria: finisce 2-2

23 Gennaio 2022

Fotoservizio Claudio Cavalli

La sosta prolungata e i tanti nuovi acquisti non sembrano aver migliorato il Piacenza di mister Scazzola: biancorossi poco lucidi e molto confusionari sul campo della Pro Patria, che a pochi minuti dal termine si è fatta male da sola, con l’autogol di Puzzul che ha sancito il 2-2 finale.
Piacenza che sale a 23 punti in 21 giornate, nel prossimo turno ennesima sfida salvezza contro il Mantova.
SERIE C – RISULTATI E CLASSIFICA

LA CRONACA
PRIMO TEMPO
Torna in campo, a distanza di un mese,  il Piacenza in una sfida valevole per il quarto turno del girone di ritorno del girone A di Serie C. I biancorossi affrontano, a Busto Arsizio, la Pro Patria:  subito in campo i neo-acquisti Cosenza al centro della difesa e Castiglia nel comparto mediano al fianco di Marino.
L’inizio dei biancorossi è un incubo: Ferri scappa sulla destra e cross in mezzo, Pierozzi è libero di staccare e battere Pratelli. PRO PATRIA-PIACENZA 1-0.
Il Piace prova a reagire: al 7′ bello stacco di Raicevic in area, palla alta di poco.
Al 12′ brutto scontro areo tra Nava e Marchi, il primo ha la peggio deve essere sostituito da Armini.
Al 14′ tiro da fuori dell’ex Nicco, bloccato da Pratelli.
Al 18′ Marino trova bene Cesarini in area, ma il capitano mastica il sinistro e la difesa libera.
I biancorossi non riescono mai a imbastire trame di gioco pericolose, anzi subiscono l’esuberanza fisica dei padroni di casa.
Nessuna grande occasione fino alla fine del primo tempo.
SECONDO TEMPO
La ripresa si apre con un altro nuovo acquisto, Munari, in campo al posto di Marchi, Scazzola schiera i suoi con la difesa a 4.
Piace che prova subito a premere sull’acceleratore: su cross di Giordano, con Caprile che anticipa Raicevic.
Al 49′ il pareggio: cross di Giordano intercettato in area con un braccio da un difensore avversario, rigore che Cesarini realizza impeccabilmente. PRO PATRIA-PIACENZA 1-1.
L’equilibrio dura poco: sugli sviluppi di una rimessa laterale, Piu si libera in area e tira, Pratelli compie un mezzo miracolo, ma la respinta finisce sui piedi di Galli, che segna il vantaggio locale. PRO PATRIA-PIACENZA 2-1.
Nell’azione successiva Piu supera in velocita un incertissimo Armini, ma si lascia ipnotizzare a tu per tu da Pratelli.
Dentro anche Dubickas per Giordano, Gonzi scala a fare il terzino sinistro per un assetto iper offensivo. Poi Lamesta per Cesarini, e proprio il nuovo all’82’ entrato scappa sulla destra, cross che taglia tutta l’area e arriva a Munari, contro-traversone che Pizzul spedisce nella propria porta. PRO PATRIA-PIACENZA 2-2.
Al 91′ Cosenza macchia un buon debutto fermando Piu lanciato a rete e guadagnandosi il cartellino rosso.

PRO PATRIA-PIACENZA
PRO PATRIA (3-4-2-1): Caprile; Vaghi, Boffelli, Molinari; Pierozzi (Brignoli), Ferri (Fietta), Nicco, Galli; Pizzul, Ghioldi; Piu. (Mangano, Sportelli, Stanzani, Parker, Banfi, Giardino). All.: Prina.
PIACENZA (3-4-2-1) Pratelli: Cosenza, Nava (Armini), Marchi (Munari); Parisi, Castiglia, Marino, Giordano (Dubickas); Cesarini (Lamesta), Gonzi; Raicevic. (Libertazzi, Galletti, Rillo, Tafa, Boffini). All.: Scazzola
Arbitro: Turrini di Firenze
Reti: 2′ Pierozzi (PP); 51′ (rig.) Cesarini (P); 55′ Galli (PP); 82′ (aut.) Pizzul (PP)

© Copyright 2022 Editoriale Libertà