“Io sono Bakery”. Due grandi obiettivi: la serie B1 e la crescita del settore giovanile

22 Agosto 2022

Qualificazione alla prossima Serie B1 e crescita dei giovani: saranno questi gli obiettivi della nuova Bakery Basket Piacenza. Squadra e staff tecnico sono stati presentati questo pomeriggio al Palabakery insieme allo slogan “Io sono Bakery” che accompagnerà la stagione agonistica 2022/2023.

Sarà un’annata particolare soprattutto per la presidente Caterina Zanardi dopo la scomparsa di Marco Beccari. “Odio il basket perché mi ha portato via tanto… – lo sfogo della presidente – ma non posso comunque odiarlo per questa maglia con la scritta “Io sono Bakery” voluta da mio figlio, uno slogan che gli piaceva e ho deciso che sarò sempre questa squadra. Ho un’eredità pesante da portare avanti, di un uomo che aveva una passione enorme, la Serie A2 mi avrebbe fagocitata però bisognava fare qualcosa e abbiamo voluto continuare con la Serie B e con un settore giovanile al quale siamo sempre vicini per merito di Simone Zamboni. Le nostre strade si sono incrociate con coach Del Re che condivide il nostro stesso pensiero, soprattutto di crescita per i giovani. La prima squadra avrà infatti tanti giovani che faranno da traino ai più piccoli, sono convinta che li si debba seguire ancora di più accrescendo la loro autostima. Chiediamo inoltre sostegno e impianti alle autorità per portare avanti il nostro progetto, abbiamo oltre 250 ragazzi”.

Il responsabile del settore giovanile Simone Zamboni ha appunto chiarito che la Bakery “ha cambiato filosofia, il settore giovanile sarà il fine e la prima squadra il mezzo per farlo crescere. Ci sono forze fresche nello staff e come allenatori dei giovani che hanno tante riconferme, sono stati ristrutturati spogliatoi e sala pesi, ma purtroppo il Palabakery non ci basta più per la mole di attività che abbiamo. Per fortuna c’è già un dialogo costruttivo con l’assessore per avere strutture aggiuntive. Un ultimo pensiero va ai tifosi che saranno ancora importantissimi”.

La prima squadra sarà nelle mani di coach Marco Del Re, che avrà il compito di guidarla nel difficile girone C di Serie B. “Ringrazio la presidente – ha detto Del Re – le nostre idee di base sono le stesse perché il settore giovanile deve essere la base di una società. L’ambiente è davvero positivo, la squadra ha elementi che possono fare crescere i giovani e tutti dovranno lavorare per essere sempre pronti, ognuno di loro avrà il dovere di farsi trovare pronto. Il girone è il più difficile, noi lo affronteremo con i giocatori che riteniamo adatti al progetto, tutti dovranno aiutarsi per essere in grado di inserirsi in prima squadra. Obiettivi? Non è stato facile costruire la squadra, ma abbiamo ragazzi strutturati e che ci renderanno imprevedibili, vogliamo entrare nelle prime otto che si giocheranno l’accesso alla prossima Serie B1”.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà