Gas Sales, il vicepresidente Bongiorni: “Avanti con Bernardi. Serve la svolta”

29 Novembre 2022

Lorenzo Bernardi pensieroso in panchina

Servirebbe Freud e un lettino grande almeno quanto il PalabancaSport per capire e magari risolvere i “mali” che continuano ad affliggere la Gas Sales Bluenergy Piacenza, che troppe volte in questo avvio di stagione si è resa protagonista di inspiegabili harakiri. L’ultimo in ordine di tempo si è consumato domenica, con la squadra di Lollo Bernardi che – dopo aver messo alle corde i campioni d’Italia di Civitanova – quando è arrivato il momento di mettere in ghiaccio la partita (nel quarto set ma soprattutto al tie break, dove si era avanti di 4 lunghezze) è stata frenata dai soliti e inspiegabili blackout, resuscitando Zaytsev e compagni: gli avversari sbagliati a cui concedere il fianco.
Il valzer delle occasioni mancate continua dunque a risuonare, dopo gli scivoloni negli scontri diretti con Modena (in parte giustificato dall’assenza per infortunio di Lucarelli) e soprattutto Monza, dove invece i punti lasciati per strada pesano come macigni.

La classifica, nell’ottica degli accoppiamenti di Coppa Italia, non è certo delle migliori, con Piacenza al momento in ottava posizione a due partite dal termine del girone d’andata (Modena, Trento e Perugia hanno comunque una gara in più).
Ma niente disfattismi: è ancora possibile arrivare al giro di boa con un sorriso, a patto però di conquistare 6 punti dai restanti due incroci con Cisterna e Padova (comprendendo anche il match di Coppa Cev con Fenerbahce) ma soprattutto “di invertire al più presto la rotta”, come sottolineato dal vicepresidente biancorosso Giuseppe Bongiorni.

Secondo lei come mai continuano a palesarsi questi up and down?
“Non è facile trovare la soluzione. Pur avendo cambiato tanti atleti, certe situazioni a cui assistevamo nella passata stagione si stanno ripetendo anche oggi. In allenamento i ragazzi riescono a mantenere un livello di gioco molto alto, che poi però in partita non viene riproposto con altrettanta continuità. Sicuramente, al di là dell’aspetto tecnico, siamo convinti che il gruppo debba ancora compiere il salto di qualità dal punto di vista mentale. È un discorso di serenità, fiducia, consapevolezza nei propri mezzi ma al tempo stesso di umiltà. Un mix di situazioni sul quale Lollo Bernardi e il suo staff, pienamente consapevoli della direzione da prendere, dovranno lavorare parecchio per far rendere al meglio i grandi campioni di cui la squadra dispone”.

L’ARTICOLO COMPLETO IN EDICOLA CON LIBERTA’

© Copyright 2023 Editoriale Libertà