“Piacenza Zona Rossa”, su Telelibertà uno speciale in ricordo di Giuseppe Curallo

30 Marzo 2021

Per tutti era “il piacentino di Sicilia” o “il siciliano di Piacenza”. Così viene ancora ricordato il compianto Giuseppe Curallo a un anno di distanza dalla sua scomparsa. Stasera (30 marzo), alle 21.15, sarà trasmesso su Telelibertà un video-documento di 17 minuti dal titolo “Piacenza Zona Rossa”: a realizzarlo è il Cineclub Giulio Cattivelli di cui Curallo era presidente, partendo da un’idea di Adele Marenghi e Luisa Tumolo che ne hanno curato anche la regia.

“Abbiamo deciso come Cineclub di realizzare questo video – chiariscono Marenghi e Tumolo – per lasciare nella nostra “Videoteca Piacenza ieri” una testimonianza alle future generazioni del dramma che abbiamo vissuto con la pandemia a Piacenza”. Il filmato si struttura in due parti: nella prima l’ex direttore di Libertà Gaetano Rizzuto racconta ciò che è successo nella nostra città e in provincia l’anno scorso; non mancano i ricordi di Luigi Cavanna, direttore del Dipartimento di Oncoematologia dell’ospedale di Piacenza che con il caposala Gabriele Cremona andò per primo nelle case dei piacentini contagiati a curarli, e di Michele Trespidi di Fiorenzuola, sopravvissuto al virus ma rimasto nel primo ospedale Covid di Castel San Giovanni per mesi. Nella seconda parte di “Piacenza Zona Rossa” invece c’è una carrellata di immagini e video tratti della videoteca, oltre all’ultima intervista a Curallo realizzata da Enzo Latronico.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà