Gustosa semplicità: le uova al pomodoro!

Di Debora Saccardi 24 Febbraio 2022

 

Se non le avete ancora provate, è arrivato il momento di farlo!

Le uova al pomodoro oltre a mettere tutti d’accordo, sia grandi che piccini, sono un piatto semplice ed economico da preparare.

Le origini di questo piatto affondano le radici nella cucina regionale italiana, tanto da essere conosciuto con nomi differenti, resta però invariato l’ inconfondibile gusto della semplicità che lo caratterizza.

In diverse regioni italiane si chiamano uova al pomodoro, è il caso di Umbria ed Emilia. In Toscana invece, dove sembra sia nata questa preparazione, sono note come uova al livornese o alla garibaldina, perché pare che il colore della salsa ricordasse quello delle giubbe dei soldati guidate da Garibaldi. In Campania sono famose le uova al purgatorio o ova ‘mpriorato.

Come mai?Il motivo è legato alle immagini sacre e alla rappresentazione delle anime in purgatorio. Le anime infatti venivano spesso raffigurate di colore bianco avvolte dalle rosse fiamme.

 

Le varianti delle uova al pomodoro

Nelle Marche e in Umbria si prepara una variazione alla ricetta originale, le uova in trippa, che differisce da quella che ho preparato per voi, perché le uova prima vengono strapazzate e poi successivamente unite alla salsa di pomodoro. In alcune zone della provincia di Piacenza se ne prepara un’altra versione ancora. Si realizza una frittata compatta che viene tagliata a listarelle e infine rifinita in padella con il pomodoro.

 

La ricetta per voi: uova al pomodoro

 

Nella mia versione ho messo un trito di scalogno, anche la cipolla andrà benissimo.

Ho insaporito la salsa con uno spicchio d’aglio ma nel caso non apprezziate il suo aroma, potete ometterlo.

La passata di pomodoro che utilizzo per la sua cremosità, può essere sostituita con pelati in scatola, pomodorini ciliegino in conserva o se la stagione lo consente anche pomodoro fresco.

Per conferire freschezza ho rifinito con prezzemolo tritato, sostituibile con basilico o se vi piace un profumo più mentolato, maggiorana o l’inconfondibile origano.

Mi raccomando non dimenticate di servire le uova accompagnate da qualche fetta di pane, per fare quella che tutti amiamo ma che per il galateo forse non è una sciccheria, la mitica scarpetta!

 

Ingredienti per due persone Quantità
Uova n. 4
Olio extravergine d’oliva g 25
Aglio n. 1 spicchio
Scalogno n. 1
Passata di pomodoro g 500
Sale fino un pizzico
Pepe nero macinato un pizzico
Prezzemolo tritato n. 3 rametti

 

Procedimento

Sbucciare l’aglio. Sbucciare e tritare lo scalogno. In una padella scaldare l’olio e far imbiondire l’aglio. Toglierlo e far appassire il trito di scalogno.

Aggiungere la passata e cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti. Salare e pepare leggermente. Realizzare nella salsa quattro buchi, uno per ogni uovo.

Rompere le uova una alla volta e adagiarle nei buchi ottenuti nella salsa.

Cuocere per altri 5-6 minuti in base alla consistenza del tuorlo che volete ottenere.

Una volte cotte servirle rifinite da prezzemolo tritato.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà