Pere e formaggio: un abbinamento che funziona!

Di Debora Saccardi 17 Febbraio 2022

Conoscete il famoso detto “Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere“?

Quello tra pere e formaggio è senza ombra di dubbio, un connubio duraturo nel tempo. Inizialmente era considerato la colazione di pastori e contadini, riservato quindi al ceto popolare. Nel Medioevo inizia la consolidazione di questo sodalizio, che esplode nel 1500 grazie a Luigi XIV di Francia, che si dice ne fosse ghiotto e da cibo “rozzo” inizia a essere considerato una prelibatezza. Oggi come allora, il matrimonio, formaggio e pere, non si smentisce e resta uno degli abbinamenti più convincenti in cucina.

 

Ogni pera il suo abbinamento

Immagino vi starete chiedendo quali pere è meglio utilizzare nelle vostre ricette. I parametri che dovete considerare sono la consistenza della polpa e il grado di dolcezza del frutto.

Qui di seguito vi suggerisco qualche abbinamento da provare!

Abate: polpa granulosa, croccante e succosa. Ideale con i formaggi erboranti dal Gorgonzola al Roquefort, compresi quelli di capra

Kaiser: aroma che ricorda il  miele con polpa succosa e fondente al palato. Si abbina bene con formaggi a lunga stagionatura come Grana Padano, Parmigiano Reggiano e volendo anche pecorini.

Decana: polpa fresca, non troppo dolce, lievemente acidula. Abbinamento vincente per contrapposizione con provole e provoloni affumicati e piccanti.

Williams: polpa succosa, aroma dolce, la più versatile in cucina. Abbinamenti? Si presta al binomio con formaggi freschi (caprini), a pasta molle (Camembert e simili) e per contrasto con formaggi a pasta dura (Asiago)

Coscia: varietà di piccole dimensioni, a polpa soda, succosa e zuccherina, aroma che ricorda la vaniglia. Ideale abbinata a formaggi freschi come la crescenza o latticini come la ricotta. E’ il massimo cotta in forno o con il vino rosso.

 

La ricetta per voi: schiacciata integrale con pere e provolone

 

Ingredienti Quantità
Farina integrale g 500
Lievito di birra g 12
Acqua liscia a temperatura ambiente ml 300
Rosmarino tritato n. 3 rametti
Olio extravergine d’oliva g 30
Sale fino g 7
Miele millefiori g 10
Provolone dolce g 60
Pere n. 2

 

Procedimento

Reidratare il lievito con metà dell’acqua a disposizione.

Impastare a mano o in planetaria la farina con lievito reidratato, rosmarino tritato, olio, miele e sale. Aggiungere anche l’acqua restante.

Far puntare l’impasto per 2 ore circa.

Tagliare il formaggio a fette sottili e poi sbriciolarle con le mani.

Dividere l’impasto in 3 panetti di uguale peso e stenderli con le mani fino a formare 3 schiacciate più o meno di circa 20 cm.

Farcire con le pere  e infornare a 180°C per 30 minuti.

Tagliare e servire con i pezzetti di provolone.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà