Torta Pasqualina rivisitata, ecco come farla!

Di Debora Saccardi 07 Aprile 2022

 

Come si fa la torta Pasqualina? Quali sono le sue origini e la sua storia?

La torta Pasqualina è conosciuta anche come torta 33 strati, 11 strati di base e 22 strati per la copertura. Se siete tra quelli che pensavano di ripiegare sulla pasta sfoglia o brisée, mi dispiace deludervi non è affatto così. Il perché dei 33 sottili veli di pasta è ricollegabile agli anni di Cristo. È una preparazione, che lo dice il nome stesso, si usa prevalentemente nel periodo pasquale ma siete ovviamente liberi di proporla quando più vi pare e piace. La preparazione di origine ligure è laboriosa ma se avete tempo e voglia ne vale davvero la pena. Il ripieno è a base di ricotta, formaggio grattugiato, biete, foglie di maggiorana e uova.

 

Altre idee per la farcitura

Se volete variare il ripieno potete scegliere spinaci, asparagi e carciofi, come nella versione da me proposta. Le classiche uova di gallina si possono sostituire con le uova di quaglia, mentre la maggiorana con prezzemolo o mentuccia.

La ricetta per voi: la mia versione della torta Pasqualina

Gli ingredienti per preparare la base vi consentiranno di realizzare circa 10 sfoglie.

 

Ingredienti per una tortiera di 22 cm di diametro Quantità
Base
Farina di grano tenero tipo 00 g 500
Acqua ml 250
Olio extravergine d’oliva g 50+ g 30 per pennellare le sfoglie
Sale fino un pizzico
Ripieno
Uova n. 5
Ricotta vaccina g 500
Grana Padano grattugiato g 50
Carciofi freschi( in alternativa surgelati) n. 4
Sale fino un pizzico
Pepe nero macinato un pizzico
Erba aromatica ( prezzemolo, menta) un pizzico

 

Procedimento

Preparare la pasta su un spianatoia. Dovrà risultare omogenea ma morbida.

Dividere il panetto in 10 palline di uguale misura. Ungerle leggermente in superficie per evitare la formazione della crosticina. Farle riposare 30 minuti coperte da pellicola o da un canovaccio pulito.

Nel frattempo pulire i carciofi, immergerli in acqua e succo di limone.

Tagliarli a fette sottili, spadellarli con un filo d’olio. Salare e pepare. Farli raffreddare e frullarli. Aggiungere il trito di un’erba aromatica a piacere.

Lavorare a crema la ricotta con il grana, l’uovo, il sale e il pepe. Riporla in frigorifero.

Tirare le sfoglie di pasta a 1-2 mm di spessore sovrapporne 4 per la base e 6 per la copertura. Per tenerle unite andranno pennellate lievemente con olio.

Foderare la tortiera con la base, aggiungere il trito di carciofi e la crema di ricotta.

Realizzare quattro buchi sulla crema di ricotta con l’aiuto di un cucchiaio.

Rompere le uova rimaste una alla volta, ad ogni buco corrisponde un uovo.

Rivestire con la copertura. Togliere la pasta in eccesso, risvoltare i bordi verso l’interno della tortiera,  realizzando una cornice.

Infornare la torta Pasqualina a 180ºC per 45 minuti. Farla intiepidire e servirla su un piatto di portata.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà