De Falco non entra in Parlamento: “Ma il M5s è vivo, ora torno in Africa”

26 Settembre 2022

Si dice “soddisfatto per il risultato ottenuto”, perché “ci davano per morti, ma siamo vivi”. Carmine De Falco, esponente piacentino del Movimento 5 Stelle, è uscito sconfitto dalle elezioni politiche: nel nostro collegio il partito guidato da Giuseppe Conte ha ottenuto l’8,2% alla Camera e il 9,3% al Senato, numeri insufficienti per il suo ingresso in Parlamento e ben al di sotto della media nazionale. “Ma il Movimento 5 Stelle si è rialzato da un momento difficile – puntualizza De Falco – tutti pensavano che fossimo finiti, invece non è così. Non siamo solo un partito del Sud”. Adesso Pd e M5s devono ripartire da un percorso comune? “Credo di no, non ci sono le premesse”.

Conclusa la campagna elettorale, De Falco si prepara a partire per la Costa d’Avorio: “Domani – spiega – salirò su un aereo diretto in Africa, dove gestisco una società agricola. Tornerò a Natale. Ma lascio Piacenza con una forte soddisfazione per il riscontro delle urne”.

L’INTERVISTA A CURA DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà