Lenzino, vincono i sindaci. Anas verso le soluzioni chieste dal territorio

19 Luglio 2021

Anas “apre” alla costruzione di Ponte Lenzino su un nuovo tracciato, dopo l’ok della Soprintendenza e presenta due ipotesi. Una novità positiva emersa oggi, 19 luglio, nell’incontro in Prefettura tra i vertici della società, il prefetto Daniela Lupo, la presidente della provincia Patrizia Barbieri, l’assessore regionale alle infrastrutture Andrea Corsini, il sindaco di Cerignale Massimo Castelli e altri rappresentanti istituzionali. Anas riparte dunque nella progettazione del nuovo ponte dopo l’apertura dimostrata dalla Soprintentenza, che inizialmente aveva bocciato l’idea di ricostruire il viadotto in un punto diverso da quello originario, ma che successivamente, anche grazie all’interessamento di regione e provincia, aveva dato l’ok. “Siamo soddisfatti – spiega Patrizia Barbieri – perché Anas va incontro alle esigenze manifestate dai sindaci del territorio che chiedevano la realizzazione della struttura più a monte rispetto a quella attuale”. Castelli aggiunge: “Sono ottimista, siamo sulla strada giusta, per una volta sono felice quando parlo di ponte Lenzino”. Al termine dell’incontro in Prefettura, si è tenuto un sopralluogo sul ponte, per verificare la fattibilità delle ipotesi vagliate.

Il viadotto era crollato il 3 ottobre 2020, fortunatamente senza provocare vittime o feriti, ma lo squarcio per la valle si era tradotto in pesanti disagi viabilistici. Dopo 9 mesi dal crollo, il 6 luglio 2021, è stato inaugurato il ponte provvisorio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà