Pubblica assistenza Sant’Agata, la presidente arrestata si è dimessa

29 Ottobre 2021


Katia Sartori e il marito Cristian Sorrentino si sono dimessi dalle cariche, rispettivamente, di presidente e vicepresidente della Pubblica assistenza Sant’Agata di Rivergaro. Una decisione presa come diretta conseguenza dell’indagine che ha travolto i vertici dell’associazione di volontariato, accusati in concorso di peculato e falso perché avrebbero sottratto 100mila euro dalle casse del sodalizio, utilizzando i soldi per spese personali.

Per Sartori due settimane fa sono scattati gli arresti domiciliari, mentre Sorrentino è indagato a piede libero. A un dipendente della Pubblica viene inoltre contestato il reato di stalking nei confronti di un volontario che si sarebbe opposto alla linea dettata dalla presidente e dal suo vice.

Le dimissioni sono state rassegnate il 19 ottobre, dopo che la presidente è comparsa davanti al gip per l’interrogatorio di garanzia e si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ma la notizia è trapelata soltanto ieri.

“Era l’unica strada da percorrere per raccogliere tutte le energie necessarie ad affrontare la difesa al meglio – afferma l’avvocato Angela Maria Odescalchi -. Lo scopo è evitare qualsiasi commistione con l’attività della Pubblica assistenza che merita di proseguire, come sta avvenendo, il più serenamente possibile. Un’attività che, dal nostro punto di vista, è sempre stata svolta nel migliore dei modi”.

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà