Il Piace sbatte contro il muro della Pro Patria: al Garilli finisce 1-1 in rimonta

19 Settembre 2021

Fotografie Claudio Cavalli

Difficile capire se il Piacenza abbia sprecato due punti o ne abbia guadagnato uno contro la Pro Patria, arrivata al Garilli con il chiaro intento di contenere e ripartire.
I ragazzi di Scazzola hanno tenuto nel primo tempo uno sterile possesso palla, nella ripresa sono andati sotto al primo tiro avversario, hanno rischiato di subire il raddoppio, poi nel finale sono usciti di prepotenza: prima il pareggio di Gonzi, poi tre chiare occasioni per ribaltare il risultato.
Per il Piace terzo pareggio in altrettante partite di campionato, mercoledì sera a Verona recupero di campionato contro la Virtus.
SERIE C-GIRONE A: RISULTATI E CLASSIFICA

LA CRONACA

PRIMO TEMPO
Piacenza in campo al Garilli per la quarta giornata di campionato contro la Pro Patria. Biancorossi alla ricerca della prima vittoria in campionato, dopo i pareggi contro Trento e Triestina, mentre la trasferta in casa della Virtus Verona sarà recuperata mercoledì.
In difesa, Nava al posto di Marchi, mentre il rientrante Cesarini parte dalla panchina.
Squadra in campo con la maglietta “Se hai bevuto non guidare” per sensibilizzare sul tema degli incidenti stradali, dopo le recenti tragedie.

Piace che parte forte, sfruttando la dinamicità degli esterni: due buoni cross di Parisi sono respinti in affanno dalla difesa locale, su calcio d’angolo colpo di testa di Gonzi che, leggermente deviato, esce di poco.
Nella fase centrale del primo tempo, la partita ristagna a centrocampo, con il Piace che spinge ma produce solo un tiro sbilenco di Giordano.
Al 29′ Corbari solo in area non raccoglie l’invito di Dubickas.
Al 39′ gran botta di sinistro di Bobb dai 25 metri, fuori di poco.
Nel primo minuto di recupero, bell’inserimento dalla destra di Corbari, il cui cross basso è intercettato con i piedi da Caprile.
Il primo tempo finisce 0-0.

SECONDO TEMPO
Il secondo tempo si apre con Tafa, Burgio e Rabbi in campo al posto di Armini, Giordano e Parisi. Il Piace, sfruttando anche il vento a favore, parte forte, ma continuano come nella prima frazione a non arrivare occasioni pericolose.

All’10’ la doccia fredda: punizione dalla sinistra, Parker sbuca sul primo palo e batte Stucchi. Pro Patria in vantaggio al primo tiro in porta.
Al 16′ Stucchi è miracoloso sulla botta di Piu.
Il Piace risponde al 19′ con un tiro di Rabbi dal limite, troppo centrale.
I biancorossi sembrano perdere il bandolo del gioco, molto confusionari e poco precisi nei passaggi. La Pro Patria si limita a difendersi con ordine, provando a ripartire.
Al 31′ la gara si fa ancora più in salita: Tafa è espulso per doppia ammonizione.
Al 39′ il Piace pareggia: Lamesta si incunea in area, palla bassa per Gonzi che in scivolata batte l’estremo difensore ospite per l’1-1.
Al 43′ biancorossi vicinissimi al vantaggio: azione tambureggiante in area lombarda, Nava dal limite trova i guanti di Caprile, sulla respinta il sinistro di Rabbi da centro area esce di un soffio.
Al 49′ ultimo brivido: sul cross di Gonzi, Pierozzi devia di testa verso la propria porta, cogliendo la traversa.
Dopo quattro minuti di recupero si chiude il match.

FORMAZONI
PIACENZA (3-4-2-1): Stucchi; Armini (Tafa), Codromaz, Nava; Parisi (Rabbi), Suljic (Cesarini), Bobb, Giordano (Burgio); Corbari, Gonzi; Dubickas (Lamesta). (Pratelli, Libertazzi, Marchi, Marino, Spini, Gissi). All.: Scazzola

PRO PATRIA (3-5-2): Caprili; Sportelli (Fietta), Saporetti, Boffelli; Pierozzi, Nicco (Ferri), Bertoni, Galli, Pizzul (Colombo); Stanzani (Parker), Castelli (Piu). (Mangano, Vaghi, Ghioldi, Giardino, Zeroli). All.: Prina

ARBITRO: Di Francesco di Ostia Lido

RETI: 10′ st Parker, 39′ st Gonzi

© Copyright 2021 Editoriale Libertà