Giordano-Cesarini-Dubi: tris a Meda, il Piacenza blinda i playoff

16 Marzo 2022

Il Piacenza blinda il proprio posizionamento in zona playoff, piegando a domicilio il quotato Renate, già sconfitto all’andata, con un perentorio 0-3. Biancorossi a segno dopo venti minuti con il beffardo calcio di punizione di Giordano che, da trequarti, trova l’involontaria finta di Raicevic che manda fuori tempo Pizzignacco per il gol del vantaggio.

Un Piacenza attento e solido che non subisce la reazione dei neroazzurri che attuano un gran possesso palla, senza però creare occasioni degne di nota. Nella ripresa, non cambia il canovaccio del match con il Piace sempre più in controllo e che, dopo la mezz’ora, trova il raddoppio con il neo entrato Cesarini che, dopo aver conquistato un rigore, trasforma dagli undici metri e firma il 2-0. A 2’ dal termine, ancora Cesarini protagonitsa con l’assit che libera Dubickas solo davanti a Pizzignacco prima del definitivo 0-3. Come detto, tre punti pesantissimi che consolidano la squadra di Scazzola, oggi priva di Cosenza, Marchi, Bobb e Suljic, nella zona-spareggi per la serie B, anche grazie al ko rimediato dall’Albinoleffe nel match con la Pro Vercelli.

Domenica prossima, il Piace torna al Garilli per l’attesa sfida con il Fiorenzuola.

RENATE-PIACENZA 0-3
MARCATORE: Giordano al 19′ p.t.; Cesarini su rigore al 31′ e Dubickas al 43′ s.t.
RENATE (3-5-2): Pizzignacco; Ermacorara (dal 22′ s.t. Morachioli), Silva, Esposito A. (dal 1′ s.t. Sini); Spaltro, Baldassin, Ranieri (dal 34′ s.t. Gavioli), Esposito G., Anghileri; Chakir (dal 22′ s.t. Rossetti), Piscopo. (Albertoni, Cugola, Merletti, Marano). All. Cevoli.
PIACENZA (4-4-2): Tintori; Parisi, Tafa, Nava, Giordano; Munari (dal 34′ s.t. Marino), Castiglia, Rossi, Gonzi (dal 41′ s.t. Rillo); Rabbi (dal 24′ s.t. Cesarini), Raicevic (dal 24′ s.t. Dubickas). (Pratelli, Vivenzio, Lamesta, Armini). All. Scazzola.
Arbitro: Crezzini di Siena.

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

SECONDO TEMPO
A 2′ dal termine, Dubickas firma il 3-0 sul perfetto assist di Cesarini che ha liberato il lituano solo davanti al portiere di casa. E’ festa biancorossa.

Al 31′, calcio di rigore in favore del Piace: fallo di Ranieri su Cesarini e trasformazione dello stesso fantasista che firma così il 2-0 dei biancorossi sul campo del Renate.

Bella partenza del Piace: al 3′, la combinazione Raicevic-Rabbi conduce quest’ultimo al tiro, ma la conclusione potente si rivela troppo centrale per impensierire Pizzignacco.

Riparte il match del Città di Meda dove il Piacenza dovrà cercare di mantenere il preziosissimo vantaggio griffato da Giordano direttamente da calcio di punizione, addirittura da trequarti campo, al 19′. Il Renate ha sostituito Antonio Esposito con Sini subito dopo l’intervallo.

PRIMO TEMPO
Il Piacenza ha chiuso in vantaggio di un gol i primi 45 minuti della sfida con il Renate. Decide sino a questo punto la rete di Giordano il cui calcio di punizione ha colto impreparato Pizzignacco. Gara con poche emozioni in cui i biancorossi hanno sfruttato poco gli spazi concessi dai neroazzurri subito dopo lo svantaggio. Nel finale, tentativo di Munari da fuori e parata del portiere brianzolo.

Al 39′, squillo del Piacenza che con Munari prova a sorprendere Pizzignacco dalla distanza: l’estremo difensore di casa riesce a respingere il pallone.

Al 19′, Piace in vantaggio: calcio di punizione battuto da Giordano, pallone sfiorato probabilmente a centro area da Raicevic e Pizzignacco battuto per lo 0-1. L’attaccante del Piace sembra non toccare il pallone prima dell’ingresso in rete.

Renate che fa la partita e Piacenza in attesa per poi ripartire. E’ questo il tema del match del “Città di Meda” dove però le occasioni da gol, dopo un quarto d’ora, latitano. Renate che ci ha provato con Baldassini, ma non è stato necessario alcun intervento da parte di Tintori.

Primo tentativo verso la rete da parte del Piacenza: al 6′, è stato Munari a tentare la conclusione senza però inquadrare lo specchio di Pizzignacco.

Sono in campo Renate e Piacenza, match valido per il 32esimo turno del campionato di serie C. Mister Scazzola non potrà disporre nemmeno del difensore Paolo Marchi, fermato da un attacco influenzale. La sua assenza si aggiunge a quella di Cosenza e degli squalificati Bobb e Suljic. Partono dalla panchina sia Cesarini che Dubickas.

NOTIZIA DELLE 12.30
Scontro d’alta classifica per il Piacenza Calcio, che oggi alle 18.00 si ritufferà in campionato (dopo il pareggio casalingo con la Pro Vercelli) andando a fare visita al Renate allo stadio “Città di Meda”. La condizione generale della squadra è più che positiva in questo momento, certificata dalla prestazione di domenica scorsa in cui è mancato solo il gol, la classifica sorride con una zona playoff attualmente salda, eppure la partita odierna nasconde qualche preoccupazione di troppo. Anche in questa occasione infatti mister Cristiano Scazzola dovrà fare i conti con le assenze, specialmente a centrocampo dove le squalifiche di Suljic e Bobb pesano come macigni.

Non è tutto: sarà valutato fino all’ultimo anche Castiglia, dato che il centrocampista ha accusato un problema fisico che non gli ha permesso di svolgere l’ultimo allenamento. Ora come ora è arruolabile però sicuramente non sarà al meglio. Va valutato anche Cesarini, domenica è tornato in campo ha giocato un’ottima partita, mentre Raicevic sta procedendo sulla via del pieno recupero. In attacco l’unico che non partirà certamente titolare è Dubickas perché ha ancora pochi minuti nelle gambe. La difesa sarà confermata con Parisi, Nava, Marchi e Giordano davanti a Tintori, in caso di “fumata bianca” il centrocampista ex Modena farà coppia in mezzo con Max Rossi, Munari e Gonzi sugli esterni, davanti tandem d’attacco CesariniRabbi per il consueto 4-4-2. Se ci sarà il forfait si potrebbe virare su un cervellotico 4-3-2-1 con l’inserimento di Marino nei tre di centrocampo.

C’è poi la forza dell’avversario, che non avrà a disposizione il suo bomber e capocannoniere del girone Tommy Maistrello.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà