Pd: “Più posti auto a Pc Expo, ma a pagamento”. In consiglio l’appello salva-Fivi

23 Gennaio 2023

Per l’ex sindaco Patrizia Barbieri “la Regione, che ha già avuto un ruolo lodevole, deve farsi parte attiva per evitare che l’ente fieristico di Rimini ospiti il mercato Fivi, organizzato a Piacenza negli ultimi undici anni”. Secondo il capogruppo del Pd Andrea Fossati “adesso serve uno sforzo congiunto di pubblico e privato verso una proposta concreta, perché le buone intenzioni non bastano”. Maggioranza e opposizione, nel consiglio comunale di oggi, hanno posto l’attenzione sulla sorte dell’evento enologico che nel 2022 ha richiamato 24mila visitatori a Piacenza Expo: entro la fine di gennaio, infatti, la Federazione italiana dei vignaioli indipendenti deciderà se mantenere l’iniziativa nella nostra città, oppure emigrare verso realtà più vicine che si sono fatte avanti, ad esempio Rimini. “Il Comune sta facendo la sua parte – ha proseguito Fossati – anche con l’impegno a installare una seconda tensostruttura per accogliere adeguatamente i vignaioli. I parcheggi sono sempre rimasti gratuiti – ha aggiunto l’esponente dem – ed è quasi un’eccezione nel comparto fieristico in Italia, ma occorre realizzare ulteriori posti e, magari, valutare l’introduzione di una piccola tariffa di sosta per i visitatori”.

“PIÙ SICUREZZA” – Spazio anche al dibattito sul tema della sicurezza. “L’amministrazione comunale – ha affermato Sara Soresi (FdI) – deve sollecitare un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine, rivolgendosi alla prefettura e alla questura, nonché alla polizia locale”. L’esponente di minoranza ha fatto riferimento al recente doppio intervento dei carabinieri per ubriachi e molesti che hanno disturbato i clienti del cinema e il personale del pronto soccorso, nonché alle aggressioni notturne che si sono verificate in città anche nei confronti di giovani ragazze. “Auspico – ha aggiunto Luca Zandonella (Lega) – che il prossimo bilancio comunale preveda uno stanziamento per incrementare la videosorveglianza”.

Il sindaco Katia Tarasconi ha ribattuto che “il dialogo con le forze dell’ordine è costante, ringrazio gli agenti per il loro ruolo prezioso e quotidiano sul nostro territorio. I tempi di risposta sono ottimi, i dati evidenziano un calo dei reati nel secondo semestre del 2022. Certo, alcuni fenomeni sono preoccupanti. È evidente che il ricorso alla violenza verbale e fisica sta aumentando”.

IL GIGANTE DELLA DISCORDIA – Palazzo Gotico è stato al centro di uno scambio di opinioni tra Sibilla Brusamonti (civica Tarasconi) e Federica Sgorbati (civica Barbieri-Liberi). La prima, esponente della maggioranza, ha sottolineato come “finalmente il Gigante si è risvegliato, con il successo della mostra Egitto Svelato che sta coinvolgendo anche i visitatori di altre province”. Pronta la replica dell’opposizione: “Aspettiamo i numeri – ha detto Sgorbati – l’impressione è che il centrosinistra stia tentando di far raccontare alla cittadinanza un’iniziativa ancora sconosciuta, certi esercenti a pochi passi da palazzo Gotico sono totalmente estranei all’evento”.

“NESSUN SOSTEGNO AL VIAGGIO DELLA MEMORIA” – “Perché il Comune di Piacenza non sostiene economicamente il Viaggio della memoria 2023, come in passato?”. A sollevare il caso nel consiglio comunale di oggi è stato Massimo Trespidi (civica Barbieri-Liberi), segnalando che “l’ente pubblico non ha stanziato alcuna risorsa per abbattere i costi e consentire la maggiore partecipazione degli studenti” all’iniziativa promossa dall’Isrec di Piacenza volta ad approfondire la resistenza tedesca al nazionalsocialismo attraverso un itinerario didattico in programma dal 31 marzo al 5 aprile. Il sindaco Tarasconi ha confermato il proprio impegno a verificare la questione.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà