Carpaneto

Ricerche scomparsi, in cento setacciano i campi vicino a casa di Sebastiani. Volontari scortati

3 settembre 2019

Dopo due giorni di sospensione sono riprese martedì 3 settembre le ricerche di Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani scomparsi domenica 25 agosto. Come anticipato ieri dalla prefettura, il campo base coordinato dai vigili del fuoco è tornato a Sariano e i volontari della protezione civile questa volta sono entrati in azione in squadre di cinque o sei persone scortate da un carabiniere o un agente della polizia locale armato per ragioni di sicurezza. Divise in due turni è entrato in azione un centinaio di persone, prevalentemente di enti istituzionali come carabinieri, vigili del fuoco e polizia locale. Con loro c’erano volontari di protezione civile, Croce rossa, Croce bianca, Soccorso alpino e Federcaccia. Con l’ausilio di cani addestrati e gps, sono stati passati al setaccio campi, laghi, tombini e pozzetti in particolare nelle aree limitrofe alla casa di Massimo Sebastiani a Campogrande di Carpaneto. Le squadre sono entrate nei campi con la disposizione di un rastrello per cercare ogni possibile traccia dell’eventuale passaggio dei due scomparsi.

L’ auto di Sebastiani, una Honda civic grigia sarebbe stata immortalata dalle telecamere di videosorveglianza di alcune aziende della zona nel primo pomeriggio di domenica. Della 28enne piacentina non si hanno più notizie proprio dai momenti successivi al pranzo in una trattoria di Ciriano con il tornitore 45enne che la procura indaga per omicidio e occultamento di cadavere. Tracce della giovane sarebbero state trovate nel bagagliaio dell’auto di Sebastiani sequestrata davanti alla sua abitazione poco dopo l’allarme lanciato dai genitori di Elisa nella notte tra domenica 25 e lunedì 26 agosto, in apprensione perché la figlia non aveva fatto ritorno ed era irreperibile.

I carabinieri del Ris di Parma ieri hanno analizzato di nuovo l’abitazione e le pertinenze del 45enne a Campogrande, la psicologa forense Roberta Bruzzone ha parlato di condizioni indicibili all’interno della casa per caos e sporcizia. Si attende l’esito delle analisi compiute dal reparto scientifico per avere informazioni in più su quanto potrebbe essere accaduto nelle ore successive al pranzo di domenica 25 agosto. Familiari, amici e conoscenti che hanno riferito di quel sentimento provato da Massimo per Elisa e non ricambiato dalla 28enne che lo considerava un amico con cui condividere la passione per l’agricoltura.

Le ricerche proseguiranno fino a giovedì, salvo sviluppi. Venerdì è in programma un nuovo vertice in prefettura.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE